Addette mense scolastiche Milano

Addette mense scolastiche Milano

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!
Roberta Di Gennaro ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Comune di Milano

Buongiorno,scriviamo a nome di un gruppo di addette mensa di scuole primarie milanesi, ma sappiamo che siamo in tante, tantissime, nella nostra stessa situazione: solo a Milano più di 1500 persone, in grande maggioranza donne, fanno il nostro stesso lavoro. Con la chiusura delle scuole per via del Coronavirus abbiamo perso il lavoro, e siamo rimaste senza alcuna tutela. Abbiamo diritto solo al Fis, il fondo di integrazione salariale, circa 330 euro al mese. E per fortuna, almeno nel nostro caso, ce lo sta anticipando l’azienda, perché se avessimo dovuto aspettare l’Inps non avremmo ancora visto nulla. Ora per di più sta arrivando l’estate, il periodo in cui, per contratto, veniamo messe in sospensione estiva, senza retribuzione. Ora però, si prepara per un futuro del tutto diverso, purtroppo. A quanto pare la sospensione dal lavoro potrebbe durare ben oltre settembre, fino a quando i bambini torneranno nelle scuole e magari anche più avanti ancora se come pare torneranno scaglionati. Forse per un periodo almeno torneranno a casa a mangiare, si dice che potrebbero ricevere pasti preconfezionati. Insomma, chissà quando riapriranno le mense…Intanto, anche a scuole chiuse, insegnanti e commessi continuano a prendere lo stipendio. Noi no, come se non facessimo parte della stessa famiglia. Certo, loro ne fanno parte come dipendenti pubblici, noi siamo legati alla scuola da una gestione tutta privata di appalti. Sarebbe diverso se avessimo la possibilità, come tante categorie nel privato, di essere messe in cassa integrazione o di accedere alla disoccupazione nei mesi estivi: potemmo recuperare una parte di quello stipendio che ci è stato tolto, potremmo continuare a vivere, a fare la spesa per noi, i nostri figli, le nostre famiglie.

Noi al nostro posto di lavoro, al nostro lavoro che facciamo ormai da tanti anni, ci teniamo. Siamo e ci sentiamo parte della scuola. Per questo chiediamo almeno un minimo aiuto, e diciamo, nel nostro caso al comune di Milano: non potete abbandonarci così! Noi addette alla mensa siamo evidentemente, per la scuola, l’ultimo anello della catena. Ma non per questo meno importante.

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!