Catania aderisca alla campagna nazionale "No ai mozziconi di sigarette"

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!
Rosangela Arcidiacono ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a COMUNE DI CATANIA - Assessorato Ecologia e Ambiente

Chiedo all’amministrazione comunale l’immediata adesione alla campagna nazionale lanciata da Striscia la Notizia “No Mozziconi di Sigarette”, e di applicare quindi la normativa già esistente che comporta multe da 60 a 300 euro per coloro che gettano mozziconi sul suolo, nelle acque e negli scarichi. Frequentemente i fumatori spengono le sigarette a terra e lì le lasciano.
L'effetto provocato è un problema per la pulizia urbana: basti pensare ai mezzi di pulitura delle strade che non hanno sufficiente capacità di trattenere i mozziconi, perchè facili ad incastrarsi negli interstizi più disparati.
Un effetto spiacevole del rilascio incontrollato nell'ambiente dei mozziconi di sigaretta è rappresentato anche dagli incendi (es. sigarette non spente o spente male e gettate dalle auto in zone a rischio).
Con la legge 221/2015, denominata Green Economy, è stato identificato per la prima volta il mozzicone di sigaretta come rifiuto. La "Green Economy" introduce infatti nel Testo Unico Ambientale l'art. 232-bis (Rifiuti di prodotti da fumo), che va ad esplicitare l'obbligo per i comuni di provvedere ad attuare specifiche campagne informative e a posizionare "...nelle strade, nei parchi e nei luoghi di alta aggregazione sociale appositi raccoglitori per la raccolta dei mozziconi dei prodotti da fumo..." prevedendo, inoltre, la già citata sanzione amministrativa pecuniaria (da 60 a 300 euro) per chi abbandona i mozziconi sul suolo, nelle acque e negli scarichi. Ma quasi nessun comune la fa rispettare.
Avendo constatato che la città è colma di guanti e mascherine gettati sul ciglio della strada ed in prossimità di supermercati, chiediamo, inoltre, che il divieto e la sanzione vengano estesi anche a questo tipo di rifiuti.
Se non si agisce subito e non si fa qualcosa per contrastare questo malcostume, andremo incontro ad una vera e propria emergenza ambientale.
Rifiuti, questi, che comportano un enorme danno per l’ambiente, in quanto didifficile smaltimento, (impiegano oltre 5 anni a degradarsi) e se consideriamo che i mozziconi di sigaretta ma anche gli stessi guanti e mascherine risultano essere un vero e proprio veicolo di contagio del Covid-19, è indispensabile, oggi più che mai, adottare un provvedimento immediato, ed una campagna di sensibilizzazione della cittadinanza nei confronti di un tema che apparentemente può sembrare banale in un momento di crisi ed emergenza come quello che stiamo vivendo.
Perché questa norma venga rispettata è importante che tutti i cittadini siano consapevoli del danno che un piccolo gesto, come gettare una gomma da masticare per terra, un guanto in lattice, o un mozzicone di sigaretta, può recare alla collettività.
Chiediamo,dunque, l’impegno da parte dell’amministrazione di esporre anche una cartellonistica informativa nei luoghi pubblici di maggior affluenza, che illustri sia i danni sull’ambiente e sulla salute, sia le sanzioni previste e applicate dalla normativa vigente. Lo scopo è quello di invitare la comunità a fare maggiore attenzione alle piccole azioni quotidiane per evitare che l’accumulo dei rifiuti più abbondanti sul pianeta diventino un problema incontrollabile. Infine, chiediamo all’amministrazione di verificare periodicamente la presenza e lo stato degli appositi contenitori per i mozziconi, guanti ,mascherine e qualsiasi altro tipo di rifiuto indifferenziato.

Rosangela Arcidiacono

 
 

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Più firme aiuteranno questa petizione a destare l'interesse dei media locali. Aiuta a portare questa petizione a 200 firme!