Autovelox via Stalingrado a Bologna : Sospenderli è un dovere !

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Gli autovelox di via Stalingrado a Bologna risultano esser stati con alta probabilità installati in assenza dei criteri richiesti dalla legge.

La legge n. 168/2001 all’art. 4 recita infatti che “sulle autostrade e sulle strade extraurbane principali [...], gli organi di polizia stradale [...], possono utilizzare o installare dispositivi [...] finalizzati al rilevamento a distanza delle violazioni alle norme di comportamento di cui agli articoli 142 e 148 [...]. I predetti dispositivi o mezzi tecnici di controllo possono essere altresì utilizzati o installati sulle strade di cui all'articolo 2, comma 2, lettere C e D, del citato decreto legislativo, ovvero su singoli tratti di esse, individuati con apposito decreto del Prefetto ai sensi del comma 2”.

Le lettere C e D definiscono le strade extraurbane secondarie e le strade urbane di scorrimento. Restano dunque escluse tutte le strade con caratteristiche differenti.

Via Stalingrado non sembra avere le caratteristiche richieste dalla legge per la corretta classificazione ai fini dell'installazione di un autovelox fisso.

Riteniamo quanto meno doveroso che se ne disponga la sospensione immediata in attesa delle necessarie verifiche e modifiche o quantomeno di un chiarimento pubblico esaustivo. 

Invitiamo i cittadini a firmare questa petizione per sensibilizzare il Sindaco, la Giunta ed il Consiglio comunale affinché si dispongano provvedimenti urgenti nel rispetto della popolazione della Città di Bologna, i cui cittadini hanno tutto il diritto ad essere sottoposti ad accertamenti corretti ed a non ricevere sanzioni pecuniarie di dubbia legittimità. 

 

 



Oggi: Casa del Consumatore Emilia Romagna conta su di te

Casa del Consumatore Emilia Romagna ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Comune di Bologna: Autovelox via Stalingrado a Bologna". Unisciti con Casa del Consumatore Emilia Romagna ed 34 sostenitori più oggi.