Scandarello libero! Contro le nuove disposizioni contrattuali tra comune di Amatrice e Ene

Scandarello libero! Contro le nuove disposizioni contrattuali tra comune di Amatrice e Ene

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!
Andrea Nesazio ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Comune di Amatrice

Per il comune di Amatrice e per tutto il territorio circostante alla diga di Scandarello, la pesca è e deve continuare ad essere una risorsa in grado di fare entrare nelle casse dei commercianti, introiti durante tutto l'anno, creare turismo e creare interesse nazionale ed europeo per quei territori gravemente colpiti dal sisma. Chiudere la pesca al lago di Scandarello vuol dire perdere centinaia se non migliaia di persone ogni anno, che nel godersi questo meraviglioso ambiente naturale, trasitano e acquistano beni di ogni genere, su questo territorio che ha davvero bisogno di una risorsa come il pescaturismo! Nell'interesse di tutti, Scandarello libero! 

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Più firme aiuteranno questa petizione a ottenere una risposta da parte del decisore. Aiuta a portare questa petizione a 500 firme!