Riprendiamoci L'Unità

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


All'asta non solo una testata giornalistica ma, anzitutto, un simbolo.

L'Unità: il giornale "che sarà un significato per gli operai e avrà un significato più generale", sopravvissuto alla clandestinità durante il fascismo. Emblema di lotta e riscatto sociale. Voce degli oppressi. Animato delle migliori menti della Sinistra di questo Paese.
All'asta anche un pezzo di Storia: le nostre radici.

Incapaci di rassegnarci a capo chino, è uno scatto d'amore ad alimentare la nostra speranza: che esista un popolo guidato da un moto di orgoglio e coraggio a voler compiere l'impresa di rilevare il giornale fondato nel 1924 da Antonio Gramsci.

Perché in mezzo a questo deserto, attorno a questo simbolo si provi a scrivere il capitolo successivo della nostra Storia interrotta. Perché si provi nel contempo a dare vita ad un progetto politico nuovo, che dall'Unità tragga l'ispirazione.

Perché abbiamo bisogno di radici, oggi più che mai...

Riprendiamoci L'Unità



Oggi: Associazione conta su di te

Associazione Esse ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Compagne e Compagni di tutto il mondo: Riprendiamoci L'Unità". Unisciti con Associazione ed 916 sostenitori più oggi.