Boicotta l'iniziativa "Save the mountains" (CAI Bergamo) e salva le Orobie dall'invasione

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.

stefano michelazzi
stefano michelazzi ha firmato questa petizione

La montagna va tutelata dal turismo di massa. Portare 10.000 persone in un solo giorno sulle Orobie Bergamasche per un'iniziativa che mira soltanto a stabilire un record da Guinness dei primati, avrà sicuramente un impatto ambientale molto forte su un ecosistema molto fragile come è quello alpino. Inquinamento ambientale prodotto dai mezzi a motore utilizzati per raggiungere la base dei sentieri. Inquinamento acustico prodotto dalle migliaia di persone che invaderanno un territorio naturalmente silenzioso e disturberanno la fauna selvatica. 

La montagna si tutela insegnando ai bambini nelle scuole a rispettarla e lasciando il minor segno possibile del passaggio e della presenza umana.

L'iniziativa promossa in primis dal presidente del CAI Bergamo  Paolo Valoti si inserisce, invece, nel filone ormai dominante di portare il maggior numero di persone possibile in montagna, vista ormai unicamente come fonte di guadagno e nient'altro. Con l'aggravante dell'ipocrisia del motto "Save the mountains" e delle istituzioni che l'hanno ideata e organizzata (CAI, Corpo Nazionale Soccorso Alpino, Associazione Nazionale Alpini, Osservatorio per le montagne bergamasche e Provincia di Bergamo) che almeno sulla carta dovrebbero tutelare l'ambiente montano.

Queste iniziative "one spot" sono quanto di più lontano si possa fare per promuovere la cultura della montagna e pertanto vanno con forza combattute da coloro che hanno veramente a cuore la conservazione dell'ambiente alpino e la tutela della flora e della fauna che qui vi risiede.