Seconde case Sardegna: ripristino del diritto di fruizione e riduzione delle tasse locali

Seconde case Sardegna: ripristino del diritto di fruizione e riduzione delle tasse locali

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
Enrico Brunero ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Christian Solinas (Presidente Regione Sardegna)

A Christian Solinas, Presidente della Regione Sardegna.

Seconde case: ripristino del diritto di fruizione e riduzione delle tasse regionali, provinciali e comunali.

L’ordinanza regionale N.15 DEL 30 APRILE 2021 della regione Sardegna che proroga l’ORDINANZA N.9 DEL 17 MARZO 2021 ribadisce il divieto di accesso alla Sardegna per i proprietari di abitazioni non residenti nell'isola confermando che “L’ingresso in Sardegna con la finalità di recarsi presso le proprie abitazioni diverse da quella principale (c.d. seconde case) da parte di persone “non residenti” è consentito solo in presenza di comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità e/o di indifferibilità documentata ovvero per motivi di salute e, comunque, secondo le prescrizioni dell’Ordinanza regionale n.5/2021.”.
Tale ordinanza si contrappone agli ultimi decreti governativi che invece ne consentono l’utilizzo, pur con regole che i proprietari di seconde case sull’isola sono ben consapevoli di dover rispettare e si ritiene possa violare i diritti costituzionali

Vorrei precisare che i proprietari di seconde case in Sardegna non sono turisti, ma persone e famiglie che amano trascorrere più periodi dell’anno nelle loro seconde abitazioni portando in modo continuativo benessere ai residenti.

Capiamo perfettamente il problema della pandemia, ma, noi proprietari di seconde case, non ci riteniamo la causa di questo. Si veda a tal proposito il passaggio da zona bianca a rossa della Sardegna quando ai non residenti già era fatto divieto di recarsi sull’isola.

Continuiamo a ritenere che questi divieti rivolti ai non residenti proprietari di abitazioni sul territorio sardo siano ingiustificati e in violazione di fondamentali diritti costituzionali, per altro rispettati con le disposizioni nazionali in vigore dal DPCM del 14 Gennaio 2021 ed ampiamente accettati da altre Regioni e territori.

Il DPCM n.2 del 14 Gennaio 2021 all’Art.1 comma 4 dice che “E' comunque consentito il rientro alla propria  residenza,  domicilio  o abitazione”.
Con le FAQ del governo riguardo alle seconde case viene chiarito che è “consentono fare “rientro” alla propria residenza, domicilio o abitazione, senza prevedere più alcuna limitazione rispetto alle cosiddette “seconde case".
Pertanto, proprio perché si tratta di una possibilità limitata al “rientro”, è possibile raggiungere le seconde case, anche in un’altra Regione o Provincia autonoma (e anche da o verso le zone bianca, arancione o rossa), solo a coloro che possano comprovare di avere effettivamente avuto titolo per recarsi nello stesso immobile anteriormente all’entrata in vigore del decreto-legge 14 gennaio 2021, n. 2.
”.

Inoltre, non vogliamo essere penalizzati dal punto di vista economico, dato che dobbiamo comunque sostenere tasse ed oneri regionali, provinciali e comunali legati a questa abitazione che ormai da mesi ci è vietato poter utilizzare.

Vista la reiterazione dei divieti, che continuano da mesi ad inibire l'accesso alle seconde case ai proprietari non residenti, chiediamo al Presidente della Regione Sardegna:

  1. che venga ripristinato il diritto di utilizzo di beni, le seconde case, di cui lei, Presidente Solinas, ci sta inibendo l’utilizzo.
  2. di sospendere il pagamento di tutti i tributi regionali, provinciali e comunali sulle seconde case della Sardegna o di considerare una riduzione di questi tributi per l’anno corrente in modo proporzionale al periodo in cui i divieti da lei imposti sono stati in vigore.

Prego tutti coloro che vorranno sottoscrivere questa petizione di non lasciarsi andare a commenti offensivi nei confronti del popolo sardo, a differenza di quanto accaduto nei mesi scorsi nei nostri confronti con petizioni rivolte al Presidente Solinas per bloccare l’accesso all’isola dei proprietari di seconde case.

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!