Chicza, il chewing-gum bio e biodegradabile, meriterebbe un’aliquota iva agevolata al 4%

Chicza, il chewing-gum bio e biodegradabile, meriterebbe un’aliquota iva agevolata al 4%

367 hanno firmato. Arriviamo a 500.
Lanciata
Petizione diretta a
Adolfo Urso (Ministero dello Sviluppo Economico) e

Perché questa petizione è importante

Lanciata da Marco Di Giacomo

Chicza è il frutto di un’operazione intelligente da molteplici punti di vista e rappresenta la rivoluzione nel mercato dei chewing-gum sia sotto un punto di vista sociale, economico e ambientale. La commercializzazione di Chicza in Italia, e nel Mondo, contribuisce alla salvaguardia della seconda foresta più grande del Continente Americano, e la sua commercializzazione permette il mantenimento di oltre 1,500 Chicleros, considerati i veri Guardiani della Selva Maya.

Con questa petizione chiediamo un supporto affinchè, attraverso un'interpellanza parlamentare, ci si attivi per ridurre l'aliquota IVA del chewing-gum Chicza dal 10% al 4%. I prodotti che non inquinano andrebbero premiati e tutelati, al contrario quelli inquinanti andrebbero penalizzati!

Il Consorzio Chiclero attraverso Rainforest Chicza, mira a promuovere il ripristino delle aree degradate, e in seguito a diverse alleanze con la Secretaría de Agricultura y Desarrollo Rural (SAGARPA), Fideicomisos Instituidos en Relación con la Agricultura (FIRA), Financiera Nacional de Desarrollo Agropecuario, Rural, Forestal y Pesquero (FND) e il Banco Mundial (MDE), sta producendo centinaia di migliaia di piantine di specie autoctone per ripristinare le aree degradate e trasformarle in foresta nella penisola dello Yucatan. Ogni Acahual recuperato ha più di 10.000 alberi per ettaro e può catturare più di 30 tonnellate di carbonio.

Inoltre si ridurrebbe drasticamente l'inquinamento ambientale causato dai chewing-gum tradizionali che impiegano dai 5/7 anni per biodegradarsi, oltretutto inquinando.
Infatti, secondo un autorevole studio svolto dalla Comieco in collaborazione con la GMI (Green Management Institute), sono 23mila le tonnellate di rifiuti che generalmente non vengono smaltiti correttamente e abbandonati per strada ogni anno. E tutto questo avrebbe un costo pazzesco per le Amministrazioni Comunali, già in forte crisi, che in base a questi dati ufficiali, se costrette ad intervenire, spenderebbero solo in Italia 16,4 miliardi di euro di soldi pubblici ogni anno per rimuovere quelle odiose macchie multicolori che si vedono nelle piazze, nei marciapiedi e nelle strade di molte città Italiane.

Chicza è la soluzione a questi problemi! Basterebbe soltanto cogliere questa opportunità che ci stanno dando i nostri amici Chicleros, i veri guardiani della Selva Maya!

367 hanno firmato. Arriviamo a 500.