Signora Sindaca Si dimetta per il bene di Torino e per il Suo bene.

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.

Bartolomeo Giachino
Bartolomeo Giachino ha firmato questa petizione

Gentile Sindaca,
E’ indubbio che Torino stava già declinando prima della Sua elezione ma è altrettanto in dubbio che Lei e la Sua Maggioranza , non sempre in sintonia, in questi tre anni abbiate fatto perdere a Torino grandi opportunità di crescita economica come la Olimpiadi Invernali 2026 e da ultimo il Salone dell’Auto.
Avete  detto ripetutamente NO alla TAV e solo la grande Manifestazione SITAV del 10 Novembre 2018,, che ho organizzato con la collaborazione delle madamin e con la adesione di tutte le categorie produttive, ha salvato l’opera più importante per il futuro di Torino e del Paese.
E’ chiaro che Lei Sindaca si trova molto condizionata dalla sua Maggioranza e lo si e’ visto bene nel Consiglio Comunale di lunedì 15 luglio.
Torino , invece ,ha bisogno di una Amministrazione forte, unita ,  con un programma di rilancio della economia e del lavoro. Senza una forte crescita economica non si ridurrà il grande Debito Pubblico che Le hanno lasciato in eredità. Per avere una forte crescita occorre puntare sulle Infrastrutture fisiche e digitali , cose che il Suo Movimento non ha nel cuore e nella testa.
Per attrarre investimenti esteri occorre avere una Amministrazione stimata dagli Investitori internazionali , una Amministrazione competente che ad esempio dando il  permesso per il Salone dell’auto,  si sarebbe fata firmare la garanzia che il Salone sarebbe rimasto a Torino.
Per attrarre investimenti occorre una Amministrazione che sia in grado di approvare un progetto di Linea 2 della Metro , una Amministrazione che rilanci l’aeroporto , una Amministrazione che non voglia bloccare il Centro con misure autoritarie.
Anche Lei , Signora Chiara, onesta  e preparata, avrebbe tutto l’interesse a questo gesto coraggioso anche per dividere le Sue responsabilità dal freno dei NO a Tutto dei 5 Stelle.
Per il bene di Torino le Sue dimissioni aprirebbero un grande confronto di Idee per rilanciare la prima Capitale italiana , Capitale in tante cose a partire dall’industria , dall’ingegno e dalla voglia di lavorare .Mille grazie della attenzione,

Mino GIACHINO, Gian Marco MOSCHELLA, Lodovico AMBROIS
SITAV SILAVORO SIAMBIENTE