CGIL SOSTENGA LO SCIOPERO MONDIALE DELLE DONNE

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


CGIL SOSTENGA LO SCIOPERO MONDIALE DELLE DONNE

Come ogni anno, nel periodo in cui l'8 marzo si avvicina, riceviamo a decine le richieste di compagne (e compagni) iscritti alla nostra organizzazione che ci interrogano sul perché la CGIL si ostini a non proclamare una giornata di sciopero in occasione dello sciopero mondiale delle donne, fissato per il 9 marzo, nel 2020.

Sono compagne e compagni che - come noi - desiderano poter scendere in piazza per i diritti delle donne in ogni ambito della vita (non solo lavorativa) aderendo ad uno sciopero proclamato dalla propria sigla sindacale e non da altri.

La mobilitazione globale è, infatti, mossa dalla lotta contro la violenza sessista, la disuguaglianza di genere e le diverse forme di oppressione contro le donne.

L'azione internazionale simultanea ha l'obiettivo di sensibilizzare sullo sfruttamento delle donne nell'ambito lavorativo, sessuale, riproduttivo e persino nei consumi.

Ritenendo che le ragioni della mobilitazione siano giuste e quantomai urgenti ed attuali (si pensi all'aumento del numero dei femminicidi, oppure alla sorte che stanno subendo i centri antiviolenza in Italia, se non alla condizione di discriminazione che ancora permane per le donne in ambito lavorativo), siamo a richiedere ancora una volta, con convinzione, che la CGIL proclami per il 9 marzo lo sciopero e consenta, in questo modo, a tutte le sue iscritte e tutti i suoi iscritti di partecipare ad una lotta giusta, in seno alla propria organizzazione sindacale di riferimento.

Per il coordinamento nazionale Democrazia e Lavoro CGIL:

Micol Tuzi
Gloria Baldoni