Centro Residenziale per la cura dei Disturbi Alimentari

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


" Cari amici, finora sono sempre rimasta sola nel mandare avanti una battaglia ma, oggi mi sono convinta che per realizzare il mio sogno è quello di tante ragazze malate ho bisogno del vostro aiuto.

Nella Regione Abruzzo, oltre 10.000 famiglie sono alle prese con i Disturbi del Comportamento Alimentare, finora nella nostra Regione non ci sono strutture sufficienti per curare queste patologie.

In Umbria, considerata la regione per eccellenza nella cura dei Disturbi del comportamento Alimentare, sono sorte grazie alla sinergia di: Regione, Asl e Comuni Centri residenziali e centri diurni per la cura dei Disturbi Alimentari, nonchè ci sono decine e decine di associazioni che supportano le famiglie che vengono coinvolte in questo dramma. 

Le persone che vengono colpite da: Anoressia, Bulimia, Alimentazione Incontrollata sono individui fragili, cui possiamo attraverso un percorso riabilitativo nutrizionale e psico emotivo riportarle alla vita...tutto ciò nella Regione Abruzzo, non è possibile farlo perchè mancano posti letto; attualmente solo 2 posti letto per i casi gravi si trova all'Ospedale di Popoli. Ma, come è possibile che in una Regione come la nostra non ci sia attenzione su una problematica seria come questa?

Perchè in Abruzzo, nei quattro grandi ospedali di : Pescara, Chieti, Teramo e Aquila non ci sono reparti dedicati a queste patologie? 

Per questi motivi ed altri che ho deciso di lanciare una petizione on line, da presentare ai soggetti elencati affinchè anche nella Nostra Regione l'Abruzzo, possa sorgere una struttura residenziale gestita dalle ASL di Appartenenza per la cura dei Disturbi alimentari. 



Oggi: Disturbi Alimentari conta su di te

Disturbi Alimentari ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Centro Residenziale per la cura dei Disturbi Alimentari". Unisciti con Disturbi Alimentari ed 6 sostenitori più oggi.