Chiudiamo le buche nel Comune di Terni

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Aumentiamo la visibilità del problema a pochi mesi dalle elezioni del Sindaco e del Consiglio Comunale, firmiamo la petizione!

Il comune di Terni versa in una pesante condizione di degrado, sintomo del dissesto economico su cui ha deliberato (delibera) il commissario straordinario Antonino Cufalo in data 01/03/2018 (articolo).

La crisi è tangibile in una provincia del tutto abbandonata a se stessa. La viabilità è ormai compromessa dallo stato delle strade del Comune che vede interessati tutti i contribuenti, i quali si ritrovano a sostenere le spese per i danni causati a mezzi pubblici e privati in una prospettiva per il futuro piena di rincari delle tasse già annunciati.

Come è possibile constatare dalle foto (che sono solo un piccolo esempio della condizione dell'intera provincia), le strade versano in uno stato di totale abbandono, con tratti addirittura ceduti ed ora inesistenti, riducendo la possibilità di transito e costituendo in alcuni punti un serio pericolo per l'incolumità di chi circola. In alcuni casi le strade diventano vere e proprie barriere fisiche per i disabili o gli anziani, come nel caso del parcheggio dell'ASL di Terni.

Parcheggi dell'USL2 devastati: foto1, foto2

Strade cedute tra Via Bramante e Borgo Rivo in zona residenziale: foto1, foto2, foto3, foto4

Firmiamo la petizione per rendere visibile uno dei problemi del Comune, affinché si possa dare alla città un rinnovato volto a partire dalle elezioni comunali del 10 Giugno 2018, grazie.



Oggi: Pietro conta su di te

Pietro Squilla ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Catiuscia Marini: Chiudiamo le buche nel Comune di Terni". Unisciti con Pietro ed 131 sostenitori più oggi.