Misure a sostegno del reddito degli Avvocati a fronte dell'emergenza COVID-19

0 hanno firmato. Arriviamo a 7.500.


Spett.le
Cassa Nazionale di Previdenza
e Assistenza Forense


RICHIESTA DI DICHIARAZIONE DI NON ESIGIBILITÀ DEI CONTRIBUTI PREVIDENZIALI OBBLIGATORI - DI SOSPENSIONE E RATEIZZAZIONE DEI CONTRIBUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE E DI INTERVENTO ED ASSISTENZA IN FAVORE DEGLI ISCRITTI.


​Ill.mo Presidente,
come le è noto, le condivisibili misure adottate dal Governo in ordine alla sospensione delle attività giudiziarie hanno ed avranno un'inevitabile ripercussione sotto il profilo reddituale per tutta la classe forense.
Atteso che la sospensione del versamento degli oneri previdenziali sino al 30 settembre disposta da Cassa Forense si appalesa del tutto insufficiente a far fronte a tale contingenza, si chiede:
1) Dichiararsi non esigibili - fermo restando la relativa valenza ai fini previdenziali - i contributi obbligatori afferenti il periodo interessato.
2) Prevedere la sospensione e successiva rateizzazione dei contributi in autoliquidazione aventi scadenza a Luglio e Dicembre.
3) Erogare, sul piano assistenziale, un congruo contributo economico a supporto degli iscritti. 


Nel ringraziare per l'attenzione e nella speranza che la suestesa istanza possa trovare concreto riscontro, si porgono
Distinti Saluti.