Caregiver familiari Bonus covid 19

0 hanno firmato. Arriviamo a 15.000.


Con profonda amarezza, delusione e rabbia come me, tutti i caregiver di persone con disabilità apprendono  la cancellazione dell’emendamento al DL Rilancio - articolo 84 comma 11  e già presentato e non confermato nel Cura Italia, che proponeva  il riconoscimento di un contributo economico di 600 euro a favore dei caregiver familiari di persone con grave disabilità e non autosufficienza, per i mesi di aprile e maggio  legati al covid 19, al pari di altre categorie di cittadini. 

L’emendamento è uno dei 18 (su 40) che sono usciti dal pacchetto dopo la “sforbiciata” dei relatori in commissione Bilancio della Camera.L' operazione avrebbe avuto un costo di 75 milioni di euro.

In Italia in media il 17,4% della popolazione (oltre 8,5 milioni di persone) è caregiver. Si occupa cioè di assistere chi ne ha bisogno. E di questi il 14,9% (quasi 7,3 milioni) lo fa soprattutto verso i propri familiari

I  caregiver, nel periodo del lockdown, in cui tutti i servizi socio, educativi, assistenziali, domiciliari, sono stati chiusi e sospesi, si sono presi totalmente cura dei propri  cari con disabilità, minori ed adulti, con una incommensurabile ricaduta personale  psichica, fisica ed emotiva. 

La cancellazione di questo emendamento conferma  il vuoto intorno alla famiglie che vivono una situazione di  disabilità. Il caregiver rimane un fantasma. In attesa di un DDL che ne riconosca il valore, mentre con la sua opera silenziosa  continua  ogni giorno a compensare le carenze del sistema  il welfare italiano e a garantire in prima persona  la tutela e cura  dei propri cari.