Dimissioni Consigliere Federale Ignazio Cassis

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


Chiediamo che dopo l'ennesima affermazione del CF Ignazio Cassis, quest'ultimo rassegni le proprie dimissioni.

Un Consigliere Federale che NON rinuncia alla doppia cittadinanza (Italiana) e esce con affermazioni come: «Non mi sentirete mai dire Switzerland First»

NON merita di rappresentare la SVIZZERA a Palazzo Federale.

--------------------------------------------------------------------------------------------------

Domenica nel Sonntagsblick è uscita un’intervista scandalosa del consigliere federale PLR, nel quale affermava che da lui non sentiremo mai dire Switzerland First, dal momento che "la Confederazione non deve perseguire i suoi interessi a scapito di altri paesi."

Peccato che secondo l'articolo 2 Abs 1 della Costituzione Svizzera "La Confederazione Svizzera tutela la libertà e i diritti del Popolo e salvaguarda l'indipendenza e la sicurezza del Paese". L'interesse della Svizzera e dei suoi cittadini è quindi indispensabile prima di qualsiasi altro interesse. Ciò vale in particolare per tutti i consiglieri federali, compresi quelli che vogliono segretamente la Svizzera all'interno dell'UE.

Lo stesso Cassis, che, in quanto cittadino ticinese, dovrebbe prestare particolare attenzione alle conseguenze negative della libera circolazione delle persone e opporsi con forza alla sua estensione attraverso questo accordo quadro istituzionale, ha apparentemente deciso di diventare un diplomatico dell'Unione europea. Il consigliere federale Ignazio Cassis, in qualità di rappresentante della Confederazione e capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), non è più credibile. Per i Giovani UDC Svizzera un simile comportamento nei confronti della popolazione è assolutamente inaccettabile.

Il Giovani UDC Svizzera chiedono quindi che il ministro si dimetta con effetto immediato e che consegni il suo posto a chi è più serio riguardo agli interessi del popolo svizzero, della Costituzione federale e dei cittadini.