PETIZIONE CHIUSA

Milano Cop26

Questa petizione aveva 2.858 sostenitori


In virtù della candidatura dell'Italia, ufficializzata dal ministro dell'Ambiente dottor Sergio Costa, per ospitare la Cop26 ovvero la Conferenza delle Parti dell'UNFCCC(Convenzione quadro dell'ONU sui cambiamenti climatici) presento l'investitura della città di Milano a presiedere la prossima conferenza delle Parti dell'Onu sui cambiamenti climatici nel 2020. L'amministrazione comunale ha redatto un piano green per porsi esempio di città sostenibile; riguarda piantare tre milioni di alberi entro il 2030, la conversione di scali ferroviari in disuso in una serie di parchi, piantare più alberi nei cortili scolastici, creare giardini su 10 milioni di metri quadrati. Ciò porterebbe molti benefici alla città e ai suoi stessi cittadini tra cui la riduzione di CO2 presente nell'atmosfera. Il cambiamento climatico è la più grande sfida da affrontare nel corso di questo secolo. I cambiamenti recenti del clima sono stati analizzati più in dettaglio solo a partire dagli ultimi 50 anni, cioè da quando le attività umane sono cresciute esponenzialmente ed è diventata possibile l'osservazione dell'alta troposfera (fascia sferoidale aeriforme dell'atmosfera che si trova a diretto contatto con la superficie terrestre). Tutti i principali fattori ai quali è attribuito il cambiamento climatico sono legati alle attività dell'uomo. In particolare questi sono:

incremento della concentrazione di gas serra nell'atmosfera in particolare modo la anidride carbonica (CO2) 
cambiamenti sulla superficie terrestre come la deforestazione
incremento di aerosol
allevamento intensivo

Recenti studi hanno sottolineato il necessario intervento a contrastare questo fenomeno. L'ultimo rapporto dell'IPCC ossia il Gruppo Intergovernativo sul cambiamento climatico afferma a limitare e ridurre i 1,5 C° di riscaldamento globale perché altrimenti porteranno la Terra a subire profondi ed irreversibili mutamenti.  Nella conferenza"Scenari di aumento del livello marino lungo le coste del Mediterraneo" organizzata dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha affermato il rischio di inondazione di 163 aree costiere nel Mediterraneo tra cui siti Unesco, Laguna di Venezia, Cinque Terre, Lipari(Isole Eolie) a causa del cambiamento climatico. Siamo una delle ultime generazioni che può fermare tutto questo cambiamento. Agiamo subito perchè c'è ancora tempo, il domani potrebbe essere tardi.



Oggi: Paolo conta su di te

Paolo Panareo ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Beppe Sala,Attilio Fontana,Sergio Costa,Giuseppe Conte, Sergio Mattarella : Candidiamo Milano alla Cop26". Unisciti con Paolo ed 2.857 sostenitori più oggi.