Stop al fumo in spiaggia e in altri luoghi pubblici all'aperto

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Come ogni anno si rinnova in estate il supplizio dei non fumatori, costretti a subire il fumo passivo dei tanti - troppi - fumatori in spiaggia. Di fatto, non c'è nessuna differenza tra fumare in un locale chiuso - dove il divieto esiste da anni - o in luoghi pubblici aperti se si tratta di luoghi affollati come le spiagge, le pensiline degli autobus (in cui il divieto già c'è ma nessuno lo fa rispettare), i cinema, i teatri e i concerti all'aperto, in cui le persone sono tante e tutte estremamente vicine le une alle altre. La scusa del "sto fumando all'aria aperta", spesso addotta dai fumatori, non regge: i vicini respireranno tutto il fumo in ogni caso. E' ora di dire basta alla tutela del fumatore "all'aperto": fumare non è un diritto, è un vizio nocivo individuale che si può coltivare privatamente ma che non si deve tollerare socialmente. Chiedo - facendo eco alla recente proposta del Codacons - che anche l'Italia si allinei ad altri Paesi europei e alla civilissima spiaggia di Bibione (Venezia) sperimentando e applicando finalmente una grande forma di civiltà: il divieto di fumare in tutte le spiagge nazionali. In questo modo si tutela finalmente chi non fuma, il suo diritto di non essere intossicato ogni volta che va al mare per respirare aria pulita e rigenerarsi dall'inquinamento cittadino che siamo tutti costretti a tollerare ogni giorno. Ogni volta che personalmente mi reco in spiaggia, devo pregare la sorte che il vento spiri a mio favore e che il fumo degli altri non mi rovini tutta la giornata. Speranza ovviamente fallace. Sono in gioco la salute e il benessere di tutti, soprattutto dei soggetti più deboli e pertanto da tutelare: i bambini. Per questo la mia proposta include anche il divieto di fumo negli assembramenti quali concerti, teatri, cinema estivi all'aperto, in cui le persone, grandi e piccoli, sono collocate gomito a gomito e hanno tutte il diritto di godersi l'evento senza dover subire fastidi e danni alla propria salute.



Oggi: Silvia conta su di te

Silvia Rossetto ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Beatrice Lorenzin: Stop al fumo in spiaggia e nei luoghi pubblici all'aperto". Unisciti con Silvia ed 153 sostenitori più oggi.