BASTA ISOLAMENTO ! MOBILITIAMO TOR DI QUINTO, SUBITO ! + BUS, PISTE E COLLEGAMENTI !

BASTA ISOLAMENTO ! MOBILITIAMO TOR DI QUINTO, SUBITO ! + BUS, PISTE E COLLEGAMENTI !

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!
Lorenzo Ianni ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Paolo Simioni (Agenzia Roma Servizi per la Mobilità) e a

I sottoscritti titolari dei diritti di partecipazione rivolgono la seguente petizione:
• BASTA ISOLAMENTO !
SUBITO PER PRIMA COSA MODIFICHE ED EFFICIENTAMENTO BUS ATAC 69 E 168 PER UN SERVIZIO DI DEGNA PROSSIMITÀ PER L'AREA SPORTIVA STRATEGICA DI TOR DI QUINTO !

È molto importante per noi stimolare le suddette Amministrazioni competenti affinché venga mobilitato Tor di Quinto, SUBITO !
Vogliamo mettere nero su bianco che non vogliamo più restare isolati !
La zona di Tor di Quinto merita collegamenti più adeguati per noi che ci serviamo quotidianamente delle strutture sportive di Via delle Fornaci di Tor di Quinto.

Si tratta di ridurre le emissioni inquinanti dei mezzi privati, la spesa di combustibile, e di alleggerire soprattutto il traffico della Tangenziale.
Si tratta di migliorare il benessere psico-fisico dei cittadini e degli utenti abituali di questa zona attraverso il rilancio di valide alternative ecosostenibili di trasporto, dalla bicicletta al bus, dalla metro al treno.

A supporto di ciò, diamo atto che l'Università Sapienza si è fatta carico finora, dall'inizio del 2019, di enormi costi di rilancio dell'area dove sorge il Centro Sapienza Sport, e ha voluto investire molto sulla mobilità collettiva di bus navette e sulle agevolazioni del car sharing.

A supporto di ciò, nonostante zone sperdute, isolate o a bassissimo livello di richiesta hanno da tempo in dote fermate e addirittura capolinea (Quintiliani, Divino Amore, Casale Rocchi, ecc.), in quest'area si ravvisa una forte carenza di collegamenti bus idonei.

Occorre che il servizio di trasporto pubblico non lasci questa zona nevralgica priva di collegamenti adeguati, anche in funzione di ulteriore presidio di sicurezza, vista la presenza di numerosi punti "altamente critici" come campi nomadi, zone franche, punti totalmente oscuri, discariche abusive, ecc.
Esistono già una fermata bus sulla via principale (la cosiddetta "Tor di Quinto/Fornaci") e una linea ferroviaria sottoutilizzata sull'altra sponda del Tevere (dirimpetto agli impianti sportivi).

Noi crediamo che serva aumentare la frequenza di passaggio ancora troppo bassa della linea 69.
Noi crediamo che serva prolungare la linea 168 proveniente dalla Stazione Tiburtina, dall'attuale capolinea di Largo Maresciallo Diaz come minimo alla fermata del 69 “Tor di Quinto/Fornaci", per predisporre così collegamenti più fluidi con le stazioni della Ferrovia Roma Nord, METRO A e B.
Noi crediamo inoltre che sia doveroso raccordare le piste ciclabili esistenti che si interrompono pericolosamente in pieno traffico veicolare (altezza Auditorium-viale De Coubertin) o che si bloccano bruscamente davanti ad assurde barriere architettoniche (gradini allo sbocco per Ponte Milvio), che sia doveroso illuminarle di notte per poter garantire un ritorno piacevole e sicuro, chiudendo così a maglia una rete di percorsi sostenibili e a portata di tutti, per una grossa fetta di utenti dell'Università, della Rai, della Polizia di Stato e degli altri circoli e punti di riferimento qui presenti.
Crediamo infine che ci sia una grossa questione di sicurezza stradale su via delle Fornaci di Tor di Quinto: chiediamo l'allargamento, l’illuminazione notturna, la realizzazione di una corsia ciclopedonale su tutta la strada e l’eliminazione dei punti ciechi (specie il curvone all'inizio). Condizioni della strada che sono state causa, in passato e di recente, di incidenti, ingorghi ed elevati pericoli per pedoni e ciclisti a cui noi ci opponiamo fermamente e chiediamo risposte concrete.

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.
Più firme aiuteranno questa petizione ad essere inclusa tra le petizioni raccomandate. Aiuta a portare questa petizione a 100 firme!