Togliere le discriminazioni di legge per i cittadini italiani residenti all'estero

Togliere le discriminazioni di legge per i cittadini italiani residenti all'estero

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Quando arriverà a200 firme, questa petizione avrà più possibilità di essere inserita tra le petizioni consigliate!

COMITES ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Mario Draghi (Presidente del Consiglio dei Ministri) e a

Dalle diverse critiche ricevute denunciamo questa discriminazione che attribuisce, al cittadino italiano residente all'estero la casa di proprietà in territorio Italiano, la qualifica di seconda casa anche quando non si possiede altro immobile all'estero ( cosa senza logica ne coerenza se non quello di fare cassa)  

Noi sottoscritti cittadine e cittadini italiani residenti all'estero e regolarmente iscritti all’AIRE,

premesso che per l’Art. 3 della Costituzione italiana tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono uguali davanti alla Legge

 

CHIEDIAMO

 

1. il diritto di esenzione dal pagamento di IMU e TARI per i connazionali residenti       all’estero e regolarmente iscritti all’AIRE sulla prima casa non locata e non data in comodato d’uso, al pari dei connazionali residenti in Italia.

2. che venga data la possibilità ai connazionali residenti all’estero di trasferire la propria residenza AIRE, attraverso la rete diplomatica consolare, nel comune in

 cui si possiede un immobile.

3. che per tutti i connazionali all’estero e iscritti all’AIRE valga l’esenzione dal pagamento del CANONE RAI quando l’unità immobiliare posseduta non sia

 locata o data in comodato d’uso.

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.
Quando arriverà a200 firme, questa petizione avrà più possibilità di essere inserita tra le petizioni consigliate!