Autocertificazione all’Inps o al datore di lavoro dei primi tre giorni di malattia

0 hanno firmato. Arriviamo a 25.000.


La malattia, sopratutto durante le epidemie influenzali, comporta la visita del paziente in ambulatorio o la visita domiciliare del medico curante, che molto spesso oltre febbre non riscontra altro!

Inoltre i primi giorni di influenza sono talmente debilitanti, che spesso il paziente non ce la fa a recarsi dal medico, creando un marasma di domiciliari che si sovrappongono e sostituiscono alle visite più urgenti.

A ciò, si aggiungono i nuovi obblighi legislativi di visita domiciliare fiscale (medica) pre e post festività e quindi la seconda visita di un medico, che è in pratica un doppio lavoro.  

LA PROPOSTA È CHE VENGA CONCESSA, AL PAZIENTE SENZA INTERMEDIARI (quindi sotto la propria responsabilità), LA POSSIBILITA' DI AUTOCERTIFICARE PER VIA TELEMATICA E/O TELEFONICA LA MALATTIA, PER UN MASSIMO DI 3 GIORNI. LA VISITA MEDICA E IL CERTIFICATO DEL CURANTE SI RENDANO NECESSARI SOLO SE LA MALATTIA SI PROTRAE OLTRE IL 3° GIORNO.

Inevitabilmente vanno implementate la valutazione fiscale dell’Inps, nel pubblico e nel privato, durante i primi tre giorni e le sanzioni per i furbetti!



Oggi: Maria conta su di te

Maria Latini ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Autocertificazione all’Inps o al datore di lavoro dei primi tre giorni di malattia". Unisciti con Maria ed 18.678 sostenitori più oggi.