Evitiamo il fallimento delle strutture per l'infanzia private causa emergenza COVID-19

0 hanno firmato. Arriviamo a 15.000.


Il centro infanzia Isola dei Birbanti di Vimodrone si fa portavoce di una situazione che sta diventando insostenibile a livello organizzativo ed economico a causa della chiusura forzata di tutte le scuole di ogni ordine e grado per prevenire la diffusione del virus COVID-19.

Le strutture per l'infanzia privati (asili nido e servizi per l'infanzia) sono costrette a pagare tutte le spese fisse (stipendi, affitto, contributi...) senza alcun rimborso, aiuto o sussidio da parte dello stato, regione o comune di residenza.

Questi centri, che si sostengono solo grazie ai contributi delle famiglie, sono costretti a far pagare la quota piena sebbene i genitori non possano usufruire del servizio e, in alcuni casi, debbano integrare con il pagamento di baby-sitter private.

Questa situazione alla lunga diventerà insostenibile provocando un numero elevato di ritiri dei bambini con la conseguente chiusura delle relative attività e alla perdita del lavoro di tutti coloro che ci lavorano con passione.

Chiediamo pertanto un sostegno economico da parte dello Stato o della regione che possa essere dato o alle famiglie o alle strutture per l'infanzia private così da far fronte a questi mesi di emergenza!