Petizione stomizzati sardi

Vittoria

Petizione stomizzati sardi

Questa petizione ha creato un cambiamento con 242 sostenitori!
Lorena Porceddu ha lanciato questa petizione e l'ha diretta a Assessorato alla.Sanita Sardegna On.Mario Nieddu

Premesso che:
- L'articolo 2 della Costituzione stabilisce:«La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili
dell’uomo [...]»
- l'Art. 32 della costituzione dispone: «La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto
dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti. Nessuno può
essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge
non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana»
- l'Art. 1 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea recita: «La dignità umana è
inviolabile. Essa deve essere rispettata e tutelata»
Considerato che:
- in riferimento alla pubblicazione sul sito dell’ ATS Sardegna del verbale n° 3 della CPdM
del 27.05.2021 relativo alla predisposizione di una gara d’appalto per l'affidamento della
fornitura di dispositivi medici per stomia (CND A10), previsti dal DPCM del 12/01/2017, per
pazienti colo-uro-ileostomizzati di ATS Sardegna, dell’AO Brotzu e delle AA.OO.UU. di
Cagliari e Sassari per un periodo di quattro anni;
- pur apprezzando l’avvio delle procedure per dar corso alla gara, dando atto, con profonda
sincerità, dell’ottimo lavoro svolto e della bontà dell’impianto della gara, che poteva essere
preso a modello in tutta Italia, per la sua chiarezza, semplicità e bontà delle scelte;
- con il suddetto verbale non siano state accolte le richieste dell’ Associazione Stomizzati
della regione Sardegna, risultanti dal verbale del n° 1 del 25.03.2021.;
- si apprende la scelta fatta di utilizzare come unica modalità di consegna dei presidi, la
distribuzione degli stessi tramite farmacie convenzionate 

- il precedente modello organizzativo invece prevede la scelta tra consegna a domicilio o
ritiro presso l’ATS;
- Il modello attuale di distribuzione è gradito e preferito per il 90% dei pazienti per i seguenti
aspetti. 1) Garantisce l’anonimato per quei pazienti per i quali il rispetto della privacy è
importante; 2) Consente al paziente di essere autonomo e di non dover dipendere da un
caregiver laddove non abbia la possibilità di occuparsene personalmente; 3) Agevola i
pazienti che non dispongono di un proprio mezzo di trasporto;
- un modello distributivo tramite le farmacia convenzionate potrebbe richiedere ulteriori trafile
burocratiche e attese snervanti per il ritiro del presidio richiesto e scelto in base alle proprie
esigenze;
- evidentemente non si vuole tenere conto del disagio che verrà causato ai portatori di
stomia, per la maggior parte invalidi, anziani, senza mezzo di trasporto, e a volte soli;
La presente petizione è sottoscritta anche da tutte le persone contenute nell'allegato elenco
Per tale ragione
i sottoscritti chiedono
che venga data la possibilità di scelta sul tipo di distribuzione tra 3 possibili opzioni: distribuzione
domiciliare, distribuzione presso le farmacie ATS territoriali, distribuzione presso le farmacie
convenzionate. La garanzia di scelta è l’unico modo per consentire ai pazienti di approvvigionarsi
dei presidi utili mantenendo l’anonimato, la sicurezza, e l’autonomia e non dover essere costretti a
recarsi sei volte l’anno presso la farmacia convenzionata con un mezzo proprio e spesso con
l’aiuto di un caregiver laddove ne risulti fondamentale la necessità.
presidente A.I.STOM SARDEGNA
Lorena Porceddu

Vittoria

Questa petizione ha creato un cambiamento con 242 sostenitori!

Condividi questa petizione