DIASPORA ALBANESE - Albania Rifiuta Registrare Successioni Legali Dalla Diaspora

0 have signed. Let’s get to 100!


Shqiptar / English

Il cancelliere della proprietà privata di Scutari, in Albania, rifiuta di registrare la successione legale di un cittadino albanese / americano, Nikoll Gjomarkaj, fuggito dal regime comunista nel 1949 da un campo di concentramento a Turan, ultimamente si stabilì e visse per 69 anni a New York, negli Stati Uniti, fino alla sua morte nel 2018. Nikoll ha una moglie e tre figli. I figli sono nati fuori dall'Albania. Alla sua morte, nel maggio 2018, i suoi eredi hanno presentato una successione legale di eredi nel suo ultimo luogo di morte, New York, come dichiarato dalla legge. Questo documento legale, con una certificazione e un'Apostille americano, è stato inviato in Albania per la traduzione e il deposito presso l'ufficio della proprietà privata di Scutari, nel febbraio 2019.

La richiesta è stata negata sulla base del fatto che "una successione legale straniera non può essere presentata", andando contro l'articolo 318/1 del codice civile albanese che recita: "Luogo di apertura di un'eredità: (Aggiunto dalla legge n. 2): Una successione deve essere aperta nell'ultimo luogo di residenza del defunto. Quando l'ultimo domicilio del defunto è sconosciuto, l'eredità deve essere aperta nel luogo in cui si trova tutta la sua proprietà o la sua parte principale."

Poiché il suo ultimo luogo di residenza era noto, la motivazione fornita dall'ufficio dei beni immobili è infondata. La richiesta è stata presentata nel febbraio 2019. Sono stati 4 mesi di invio di e-mail costanti, le quali sono state rivoltate alle persone all'interno dell'organizzazione e al governo per una revisione del diniego originale, e in 4 mesi non è mai stata ricevuta una e-mail o una lettera in risposta a le richieste.

Attraverso questa petizione spero di inviare un messaggio severo alle istituzioni e alle organizzazioni albanesi che quando si occupa dei diritti dei cittadini alla loro proprietà privata, come un diritto umano fondamentale, che è coperto dalla Costituzione albanese, articolo 41, paragrafo 2: ( 1) Il diritto alla proprietà privata è garantito; (2) La proprietà può essere acquisita per dono, eredità, acquisto o qualsiasi altro mezzo classico previsto dal Codice Civile, stanno commettendo azioni eclatanti contro i propri cittadini e negando loro i loro diritti umani fondamentali.

Il rifiuto di registrare questa successione legale, la quale e accompagnata da un'Apostille degli Stati Uniti, dall'Ufficio di proprietà privata di Scutari, è in contraddizione a l'articolo 41 della Costituzione Albanese e il Codice Civile perché i suoi eredi legali sono privati ​​del diritto di beneficiare delle proprietà nell'eredità.

Sono trascorsi quattro mesi da quando numerose richieste e appelli sono stati rivolti a: Mr. Artan Lame, Conservatore dello Stato del Catasto; Sig. Valdrin Pjetri, Cancelliere Capo della Repubblica di Albania; Merita Qato, ZRPP Tirana; Pirro Vengu, Ufficio del Primo Ministro; Sig.ra Brikena Muharrem, Membro del Consiglio di Coordinamento della Diaspora; Sig. Pandeli Majko, Ministro di Stato per la Diaspora; Bujar Leskaj, Presidente dell'Istituzione del Controllo Supreme e Sig.  Edi Rama, Ministro degli Affari Esteri e Primo Ministro dell'Albania. Nessuno dei quali ha risposto!

Questa petizione è molto importante in quanto non influenzerà solo l'esito della piaga della mia famiglia, ma di OGNI cittadino della Diaspora albanese in tutto il mondo. Se non facciamo sentire la nostra voce, se non ci impegniamo a cambiare la mentalità così fortemente radicata negli attuali burocrati, se non li facciamo ritenere responsabili delle loro azioni, noi come Albanesi avremo solo noi stessi da incolpare. Questo problema deve interessare molti di voi e se non è risolto la strada da percorrere sarà molto, molto difficile. Grazie per il vostro tempo e supporto!

Bianca Gjomarkaj-Nakovics