PETIZIONE CHIUSA

Stop alle divisioni linguistiche nelle scuole dell'Alto Adige: sì al plurilinguismo

Questa petizione aveva 78 sostenitori


Dopo decenni di tira e molla, la politica altoatesina sta nuovamente spingendo verso la chiusura. Chiusura allo sviluppo di una cultura plurilingue, che consenta a noi e ai nostri figli di poterci affacciare alla finestra di un mondo che progredisce a passi da gigante e che ci sta lasciando al palo. Le logiche della politica sono incomprensibili alle dinamiche di una società che guarda all'integrazione linguistica ed etnica. Uno scenario in cui i bambini di oggi non percepiscono differenze di lingua, religione o colore, a meno che non vengano (dis)educati a farlo. Siamo costretti a rimanere chiusi in un guscio di ostilità e rancore, retaggio di un passato che non ci appartiene più, ma che continua a rimuginare su errori che non sono stati i nostri. Ma che dobbiamo continuare a pagare, per mano di coloro che, con l'arma della politica, strumentalizzano l'ignoranza di chi in realtà non conosce certe ragioni. Scuole divise, classificate in "italiane" e "tedesche": parliamo di istruzione pubblica, un servizio di cui lo Stato dovrebbe essere garante. L'unica garanzia che abbiamo è che la cittadinanza non sa esprimersi correttamente in nessuno dei due idiomi. Perché? Semplice: perché non è interesse della politica avere elettori culturalmente preparati, che potrebbero mettere a rischio il loro prezioso status quo. Dobbiamo difendere il nostro diritto ad un'istruzione adeguata e respingere discriminazioni di ogni genere. Pare che gli asili di madrelingua tedesca saranno nuovamente inaccessibili per bambini di madrelingua italiana e per gli stranieri. Ma chiedo ai nostri signori della politica: ha senso nel terzo millennio distinguere i gruppi linguistici e impedire che esseri umani di diversa nazionalità possano convivere e studiare sotto lo stesso tetto? Sbaglio o il muro di Berlino è stato abbattuto quasi trent'anni or sono? Se tutti i buoni propositi legati ad una società multietnica plurilingue sono solo inutile demagogia per promuovere slogan elettorali, credo che sia il caso di fermare immediatamente questi ingranaggi obsoleti.

 

 



Oggi: GIULIANA conta su di te

GIULIANA FAIS ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Arno Kompatscher: Stop alle divisioni linguistiche nelle scuole dell'Alto Adige: sì al plurilinguismo". Unisciti con GIULIANA ed 77 sostenitori più oggi.