TECNICI SAN. LAB. BIOMEDICO GIA' DIPENDENTI PUBBLICI: NO OBBLIGO DI ISCRIZIONE ALL'ALBO

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


I Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico, già assunti di ruolo nelle strutture del Servizio Sanitario, sono obbligati ad iscriversi dal 1 luglio 2018 al nuovo Albo della professione sanitaria altrimenti rischiano "l'abuso di professione", nonostante il proprio servizio prestato nel SSN sia stato sempre riconosciuto attraverso procedure concorsuali dello stato italiano.
Non siamo contro l'Albo, anzi; ma l'iscrizione non può essere retroattiva costringendo questi lavoratori e lavoratrici ad una procedura che non porta alcun beneficio perché, comunque, a costoro è preclusa l'attività libero professionale; è comprensibile, invece, l'iscrizione a tale nuovo Albo per le nuove assunzioni di Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico.Altresì vorremmo manifestare il nostro dissenso all' obbligo di iscrizione nella modalità attualmente prevista, ovvero: l'entrata in questo maxi albo  che unisce molte professionalità, che pur essendo sanitarie hanno peculiuarità diverse.Questo per sottolineare che il mancato censimento del reale numero di unità esistenti di tecnici sanitari di laboratorio biomedico e operanti sul territorio nazionale ,inseriti nel S.S.N., avrebbe sicuramente fornito i numeri necessari per la costituzione di un nostro albo autonomo.
In particolare, si chiede la modifica dell’art. 2 comma 3 della Legge 1 febbraio 2006 n. 43 e dell’art. 4 ultimo capoverso Decreto Ministero della Salute del 13 marzo 2018, laddove prevedono entrambi l’obbligo di iscrizione per i dipendenti pubblici con qualifica di TSLB al relativo albo, costituito ex novo solo con il decreto ministeriale del marzo scorso.
Il testo della modifica proposta con la presente petizione, richiamato l’art. 10 del D.Lgs. C.P.S. n. 233/1946, è il seguente:
“I dipendenti pubblici assunti in ruolo alla data del 30 giugno 2018, non sono tenuti all’iscrizione al rispettivo albo delle professioni sanitarie. Per costoro, il contratto di lavoro in essere costituisce titolo equipollente ed equivalente a tutti gli effetti all’iscrizione all’albo e possono partecipare al pari degli altri iscritti all’attività dell’albo della propria professione sanitaria e possono far parte, senza pregiudizio alcuno, all’elettorato attivo e/o passivo ricoprendo tutte le cariche.

Gli stessi non sono tenuti ad aderire né a versare contributi ad altre casse previdenziali oltre a quanto già versano all'Inps.



Oggi: Giuditta conta su di te

Giuditta Labate ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "ARMANDO BARTOLAZZI : TECNICI SAN. LAB. BIOMEDICO GIA' DIPENDENTI PUBBLICI:NO ALL'OBBLIGO DI ISCRIZIONE AL'ALBO". Unisciti con Giuditta ed 651 sostenitori più oggi.