#ApriteGliOcchi: perché se nasci in Italia non sei italiano?

Recent news

Essere invisibili ai tempi della pandemia

Cari firmatari,
Nelle ultime settimane sono successe tante cose: i cosiddetti Decreti Sicurezza sono stati rivisti in Parlamento anche se questa cosa non ha per nulla risolto la situazione di migliaia di italiani come me che sono nati e cresciuti in questo Paese ma che per la legge continuano ad essere considerati stranieri, clandestini. Intanto è esplosa in tutta la sua drammaticità la seconda ondata del Coronavirus e i suoi effetti iniziano a farsi duramente sentire: sia sul piano sanitario che su quello economico.

Io, come sapete lavoro da anni come chef, e in questo momento sono - come tanti altri colleghi - fermo. Non posso lavorare. La cosa però diventa drammatica perché non essendo io considerato dalla legge italiano non posso accedere a quegli ammortizzatori sociali messi in campo dal Governo per cercare di sopravvivere in questi mesi.

E si torna sempre lì: continuare a negare la cittadinanza a chi, come me, è nato e cresciuto in Italia spalanca le porte all’invisibilità, alla miseria.

Non solo si vive con la paura di essere presi e portati via dal Paese in cui si è nati e cresciuti ma adesso si vive costantemente con il timore o di ammalarsi o di non poter mangiare e pagare le bollette e gli affitti perché non puoi lavorare ma non puoi nemmeno accedere ai fondi di aiuto.

Sarebbe bello in questo momento di difficoltà la politica finalmente aprisse gli occhi e facesse un atto di coraggio ovvero ridare la dignità a migliaia di italiani come me.
Saluti,
Luca

Luca Neves
4 weeks ago