APPELLO URGENTE AL GOVERNO: SUBITO TAMPONI A TAPPETO CONTRO LA DIFFUSIONE DEL CORONAVIRUS

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


APPELLO URGENTE AL GOVERNO: tamponi a tappeto e utilizzare mezzi tecnologici per rallentare l'epidemia seguendo il modello virtuoso della Corea del Sud.

La scelta del Ministero della Salute Italiano di fare il tampone ai soli sintomatici (scelta fatta nel periodo della "sdrammatizzazione", seguendo le indicazioni dell'OMS che, secondo me, ad oggi non si sono rivelate efficaci quasi su nessun fronte della pandemia) si è rivelata un GRAVE ERRORE.
In realtà i tamponi ad oggi non si effettuano neppure sempre sui sintomatici (invitati a stare a casa), ma prevalentemente solo su quelli gravi.
Questo fa sì che un numero imprecisato di asintomatici e paucisintomatici (con sintomi lievi), entrambi potenziali contagiosi, non sappiano di esserlo e rischino di continuare a diffondere il virus.
ORA NON DOBBIAMO GUARDARE AL PASSATO MA, ANCHE SE IN RITARDO, VA INVERTITA IMMEDIATAMENTE QUESTA PROCEDURA FALLIMENTARE.

Ecco qualche parere degli esperti che chiedono test in numero superiore per individuare l'eventuale positività nelle persone con sintomi lievi all'apparato respiratorio e negli asintomatici:
1) MASSIMO GALLI, direttore malattie infettive all'Ospedale Sacco di Milano: "L'obiettivo è scovare gli asintomatici perché sono una straordinaria fonte di malattia". La stessa indicazione arriva anche dalla squadra di Wuhan arrivata allo Spallanzani dalla Cina.
2) GIORGIO PARISI, esperto di sistemi complessi dell’Università Sapienza di Roma: "Va cambiata politica del campionamento: bisogna cercare di fare più tamponi"
3) SUSANNA ESPOSITO, presidente WAidid: "I positivi asintomatici o paucisintomatici continuano a mantenere alta la circolazione del virus"
4) SOCIETÀ ITALIANA DI MALATTIE INFETTIVE E TROPICALI: secondo cui estendere l’esame del tampone a tutti i soggetti con sintomi respiratori potrebbe essere una misura decisiva per il rallentamento dei contagi
5) MASSIMO ANDREONI, direttore Scientifico Simit: "tutte le persone che presentano sintomi di un’affezione delle vie respiratorie devono esser valutate. Non farlo sarebbe un grave errore".

Qualcuno potrebbe obiettare che ogni tampone costa €30.
Provo a rispondere. Analizziamo asetticamente la spesa: quanto costa curare le persone ricoverate per settimane (visto il lungo decorso di questa malattia)? E i farmaci? E i ricoverati in terapia intensiva?
Senza contare l'aspetto più importante, quello umano: quanto vale la salute di una persona?? E quanto la sua vita???
Quindi, nella speranza che questo possa ridurre il contagio, è assolutamente sostenibile il costo del tampone per limitare da un lato le successive spese della sanità e dall'altro per SALVARE delle vite umane!!
Piuttosto credo che, se proprio lo Stato non riuscisse a offrire gratuitamente a tutta la popolazione il tampone, ciascuno potrebbe sostenere il costo pur di preservare la sua vita e quella dei suoi cari.
Ma comunque ritengo che uno stato serio dovrebbe intervenire.
Inoltre, guardando al futuro, penso che sia importante che ciascuno sappia se ha contratto il virus pur essendo guarito, al fine di non sottovalutare eventuali postumi.

Questo appello si basa non solo su valutazioni "astratte" ma anche su un caso concreto. Prendiamo infatti spunto dalla COREA DEL SUD:  è stata la prima nazione dopo la Cina ad aver avuto un'esplosione di contagi. Ma non si è preoccupata dell'ipotetica "figuraccia" andando a ridurre i test. Anzi, con coraggio e lungimiranza,
HA TESTATO A TAPPETO LA POPOLAZIONE, CON IL DATO PIÙ ALTO DI TAMPONI ESEGUITI AL MONDO. IN PIÙ HANNO SVILUPPATO UNA APP CHE LANCIA UN ALERT AGLI UTENTI CHE SI TROVANO IN UN RAGGIO DI 100 METRI DA LUOGHI VISITATI DA PERSONE INFETTE.
IL TASSO DI MORTALITÀ IN COREA DEL SUD È DELLO 0,7% CONTRO IL 3,4% A LIVELLO GLOBALE.  E CON UN CONTINUO CALO DI NUOVI CONTAGI, RALLENTANDO DRASTICAMENTE L'EPIDEMIA.
Ad oggi i contagiati in Corea del Sud sono 8.236 (con un incremento nel giorno di ieri di soli 74 nuovi casi), di cui 75 morti totali.
INVECE, in Italia il bilancio complessivo dei contagi ad oggi RILEVATI (ripeto, solo quelli RILEVATI) ammonta purtroppo a 27.980 (più del triplo della Corea con i nuovi positivi odierni pari a 2.470, ben 33 volte superiori al numero coreano!!) di cui 2.158 morti totali (quasi 29 volte in più della Corea)!!

QUINDI:
ammettiamo l'errore e cambiamo immediatamente la politica sui tamponi.
CHIEDIAMO TAMPONI A TAPPETO ANCHE IN ITALIA PER PROVARE A RALLENTARE L'EPIDEMIA!

E' ORA DI FARE PRESTO!!