Esposto per crimine contro l'umanità

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


Premesso che sono 2.461 i morti finora a causa del coronavirus, 2.346 in Cina. I contagiati sono 78.767 (di cui 76.936 in Cina) e 23.196 sono i guariti. Le cifre sono quelle del sito di monitoraggio del Center for Systems Science and Engineering della Johns Hopkins University. In Italia, 132 persone sono positive al COVID-19: oltre ai due decessi e al ricercatore guarito e dimesso ieri dallo Spallanzani, restano sotto osservazione In Lombardia 89 casi, in Veneto 24 e in Piemonte 6. In Emilia Romagna 9 e 2 nel Lazio. Sono in totale 129 le persone di cui 54 ricoverate negli ospedali con sintomi. Sono invece 26 in terapia intensiva e 29 in isolamento domiciliare. 

Che secondo Francis Boyle, professore di diritto all'università dell'Illinois e creatore del Biological Weapons Act, "Il coronavirus è un'arma da guerra biologica creata in un laboratorio di Wuhan e l'Organizzazione mondiale della Sanità ne è già a conoscenza". E' quanto afferma. in un'intervista video rilasciata al sito Geopolitics and Empire. 

Boyle sostiene che il coronavirus, "un'arma da guerra biologica potenzialmente letale", sarebbe "fuoriuscito da un laboratorio di massima sicurezza" di Wuhan. Il governo cinese avrebbe quindi inizialmente cercato di coprire il caso mentre ora sta adottando misure drastiche per contenere l'epidemia. Il laboratorio BSL-4 di Wuhan è anche un centro di ricerca dell'Organizzazione mondiale della Sanità e per questo motivo, secondo Boyle, la stessa Oms "non poteva non sapere".

Che la posizione del professore dell'Università dell'Illinois è in netto contrasto con la versione ufficiale, quella secondo cui il coronavirus si sarebbe diffuso a partire dal mercato del pesce di Wuhan. Versione che però è stata già contestata da altri esperti del settore. Nei giorni scorsi la rivista The Lancet aveva dichiarato che il primo caso di infezione risaliva al primo dicembre e che la persona contagiata non si era mai recata al al mercato ittico di Wuhan

Che pertanto appare necessario accertare le reali cause che hanno condotto finora a migliaia di decessi in tutto il mondo ovvero se siamo effettivamente di fronte ad un crimine di guerra o comunque ad un crimine contro l'umanità e chi sono gli effettivi responsabili dei fatti su esposti

Chiedono che si accerti con ogni modalità prevista dalla normativa nazionale ed internazionale la verità su quanto sta accadendo