LA TUA BATTAGLIA PER IL CAMBIAMENTO INIZIA DA QUI!

0 hanno firmato. Arriviamo a 15.000.


L'ennesimo atto di violenza sugli animali, compiuto come al solito da umani senza anima né cuore, questa volta è toccato al più docile dei cani di quartiere.
Nerone, il nostro Nerone, conosciuto e benvoluto da tutti qui a Capaccio Capoluogo, è stato dapprima legato con un filo di ferro, poi seviziato brutalmente ai genitali e infine abbandonato
in un lago di sangue. Una violenza tanto gratuita quanto raccapricciante, ben oltre il disumano, di fronte alla quale non si può tacere. Non più.
L’intera comunità, scossa e indignata, si appella alle forze dell'ordine affinché possano indagare sul caso e consegnare al più presto alla giustizia l’artefice (o gli artefici) di questo brutale e spietato crimine. Firmando la petizione, espressa qui in calce, esprimerete una civile protesta e una umana riprovazione per il gravissimo episodio accaduto, che, si ricorda, è reato perseguibile
con la reclusione (pena prevista per “chiunque procuri lesioni ad un animale o lo sottoponga a sevizie”, ai sensi dell' art. 544 del codice penale riguardo al maltrattamento di animali).
Si tiene a sottolineare, inoltre, che questa dimostrazione di sadismo efferato nei confronti di un animale indifeso è sicuramente un comportamento di qualcuno potenzialmente capace di ben altri
reati, un indicatore foriero di forme di pericolosità sociale, di devianza e criminalità che è bene di tutti scorgere e bloccare quanto prima.
Pertanto, si prega chiunque abbia provato sgomento per quanto accaduto di costituirsi parte offesa in un eventuale ed auspicabile procedimento penale a carico di chi ha commesso tale crimine.
È nostro dovere manifestare ora tutto il nostro sdegno, prestare la voce a chi non ne ha e invocare per loro una doverosa giustizia.
Restiamo umani.



Oggi: Annalia conta su di te

Annalia Taddeo ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Annalia Taddeo: LA TUA BATTAGLIA PER IL CAMBIAMENTO INIZIA DA QUI!". Unisciti con Annalia ed 10.791 sostenitori più oggi.