L'esame di avvocato perché tardare l'abilitazione?

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Sostenere l'esame per l'abilitazione alla professione forense è ormai diventato impossibile. Ogni sessione è massacrante e comporta per i candidati notevoli sacrifici, sia fisici che economici. Lunghe attese per poi non vedersi ammessi alla prova orale grazie anche ad un metodo di correzione non proprio meritocratico. Una sola sessione all'anno costringe i praticanti a tentare altri percorsi per l'abilitazione. Conseguenza questa di ulteriori esborsi economici per vedersi riconosciuto un titolo che in Italia sta diventando proibitivo ottenere. La soluzione al problema potrebbe essere la creazione di un percorso di formazione fatto da step propedeutici e curato dai tribunali di appartenenza. L'esame da svolgere nei tribunali medesimi con commissioni esterne scelte dal ministero. Istituire due appelli per poterlo sostenere in modo tale da non attendere un intero anno. È importante dare una giusta conclusione ad un percorso di studi di per sé già impegnativo e solo cambiando le modalità di correzione, le quali fino ad oggi risultano poco chiare e trasparenti, che si può restituire la meritocrazia ai candidati. Che l 'abilitazione alla professione forense possa tornare ad essere un diritto per tutti gli aspiranti avvocati e non una mera ridicola " lotteria".



Oggi: Giuseppe conta su di te

Giuseppe Palumbo ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Andrea Orlando: L'esame di avvocato perché tardare l'abilitazione?". Unisciti con Giuseppe ed 14 sostenitori più oggi.