Scuola di politica su Rai 1

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Alla cortese attenzione del Direttore di Rai 1 Andrea Fabiano,

 i nostri nomi sono Riccardo Porcedda e Francesco Molinu, siamo due studenti appena diplomati del Liceo Classico A. Gramsci di Olbia e vorremmo parlare di una questione che ci sta particolarmente a cuore.

In varie discussioni di interesse politico abbiamo dibattuto a lungo sulla utilità delle scuole di partito: siamo infatti convinti che negli ultimi anni la democrazia stia vivendo una crisi dovuta non ai piani alti, ai governi che si sono succeduti nell'ultimo periodo, ma a quelli bassi.

La popolazione italiana sta sperimentando una fase di ignoranza quasi totale delle istituzioni repubblicane.

 Conosciamo bene il ruolo della televisione nella formazione dell'identità nazionale e nella diffusione di informazioni, oltre che nell'intrattenimento del pubblico (intrattenimento che auspichiamo sia di un certo spessore), ma notiamo anche che il livello di educazione politica e istituzionale del pubblico televisivo non ha chiaramente riscosso i risultati sperati.

A dire la verità, ormai in Italia l'unica rete televisiva che si occupa di tali argomenti è La7, ma anch'essa ha un difetto: quella che viene fornita attraverso i programmi di questa rete non è tanto una divulgazione a scopo educativo che tiene conto delle diverse conoscenze in materia dell'audience, ma piuttosto offre discussioni che richiedono una preconoscenza più o meno approfondita delle istituzioni e della situazione politica che stiamo vivendo.

Per questo rimane una rete televisiva i cui messaggi possono essere recepiti solo da una piccola fascia della popolazione.

La rete Mediaset nemmeno lontanamente offre una formazione di questo tipo, in quanto gli unici programmi a sfondo politico-sociale sono "Quinta Colonna" e "Dalla vostra parte", ovvero programmi televisivi che fanno del populismo il loro punto di forza.

Ciò non solo è inutile, ma produce anche astio nei confronti dell'impegno politico.

 A malincuore dobbiamo ammettere che anche la Rai non ha pienamente soddisfatto questa esigenza educativa: siamo a conoscenza della presenza di programmi che si occupano dell'aspetto socio-politico del nostro paese (come "Virus", "Report", "Politics" o "Porta a Porta"), ma si tratta perlopiù di docu-talk che o riguardano l'aspetto privato della vita del cittadino, o si concentrano su specifiche questioni attuali che richiedono una qualche preconoscenza dell'argomento, o comunque vengono messi in onda in fascia notturna.

Guardando indietro, nella storia della Rai, c’è invece un programma che ci ha colpito: "Non è mai troppo tardi".

Durato ben 8 anni, fino al 1968, il programma condotto dal maestro Manzi ha avuto il grandissimo merito di diffondere la lingua nazionale in tutte le case e di permettere a 35000 adulti di ottenere la licenza elementare già nel suo primo anno di trasmissione.

 Ciò che proponiamo è una versione politica di "Non è mai troppo tardi" che parta dalle basi per arrivare alla comprensione di argomenti sempre più complessi.

Lo stesso approccio deve essere adottato per quanto riguarda l'educazione civica e l'insegnamento delle funzioni delle strutture costituzionali principali.

Ovviamente deve trattarsi di un insegnamento lontano da qualsiasi prospettiva di indottrinamento politico di parte.

Scriviamo dunque a lei per continuare in un qualche modo la tradizione del maestro Manzi e soprattutto perché la Rai, essendo il servizio pubblico radiotelevisivo italiano, ha il DOVERE di impartire lezioni di vita repubblicana in maniera totale ed imparziale.

Confidiamo nella sua sensibilità sull'argomento.

Aspettiamo con ansia una sua risposta.

 

Cordiali saluti

 

Riccardo Porcedda e Francesco Molinu

 

 

Questa lettera è stata inviata all'ufficio stampa della Rai, ma non ha ricevuto risposta. Per dimostrare ancora di più il carattere democratico della nostra proposta, ci rivolgiamo al popolo con questa petizione nella speranza che qualche migliaio di firme riescano ad attirare maggiormente l'attenzione ai piani alti.

Poniamo la nostra fiducia in voi.

 

Riccardo Porcedda e Francesco Molinu



Oggi: Riccardo conta su di te

Riccardo Porcedda ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Andrea Fabiano: Scuola di politica su Rai 1". Unisciti con Riccardo ed 124 sostenitori più oggi.