Eliminiamo il nome di Luigi Cadorna dalla toponomastica di tutti i comuni italiani.

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Il Generale Luigi Cadorna, comandante in capo delle Forze Armate Italiane durante i primi due anni della Prima Guerra Mondiale, incapace sul piano tattico, miope sul piano strategico, insensibile e crudele sul piano umano, fu il primo responsabile di tutta la serie dei numerosi sanguinosi insuccessi e pochi inefficaci successi che caratterizzarono la condotta militare del conflitto dal 24 Maggio 1915 fino alla data della disfatta di Caporetto, il  24 Ottobre del 1917. Detestato in pace ed odiato in guerra, il nome di Luigi Cadorna si è guadagnato fama a prezzo del sangue e delle sofferenze di centinaia di migliaia di soldati le cui vite egli sempre gestì ostentando indifferenza e disprezzo, arrivando fino ad imputare esclusivamente alla loro viltà il crollo del fronte della Seconda Armata a Caporetto. Giustamente rimosso dal proprio incarico, anche ed addirittura a seguito delle pressioni degli alleati, non dovette mai rispondere della propria incapacità né dei propri delitti, specie nell'esercizio della giustizia militare. Il suo nome è tuttavia ingiustamente onorato praticamente in ognuna delle città italiane, in ciascuna delle quali esiste almeno un luogo a lui dedicato.   
Si propone di cancellare in modo totale ed irreversibile il nome di Luigi Cadorna da ogni sua presenza nella toponomastica dei comuni italiani, modificando la dedica di centinaia di vie, viali e piazze delle città d'Italia alle "Vittime del Primo Conflitto Mondiale". Per amore della giustizia ed in onore della verità storica, si auspica che tale modifica possa avere luogo entro e non oltre il 4 Novembre 2018, centenario della fine del conflitto per l'Italia.   



Oggi: Alessandro conta su di te

Alessandro Cattaneo ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani: Eliminiamo il nome di Luigi Cadorna dalla toponomastica di tutti i comuni italiani.". Unisciti con Alessandro ed 80 sostenitori più oggi.