Difendiamo la riabilitazione polmonare per i pazienti con patologie respiratorie

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.500.


STOP ai due documenti “Criteri di appropriatezza dell’accesso ai ricoveri di riabilitazione ospedaliera” e “Individuazione dei percorsi appropriati nella rete di riabilitazione” che se approvati possono mettere a rischio l’accesso ai ricoveri di riabilitazione polmonare per i pazienti affetti da gravi forme di malattie respiratorie, persone che saranno danneggiate da questi provvedimenti. 

Il nostro obiettivo è impedire che vengano approvati e perché ciò sia possibile, abbiamo bisogno del vostro aiuto! Firmate per chiedere al Ministro della Salute Giulia Grillo di impedire che scelte inappropriate danneggino le persone che necessitano di riabilitazione polmonare.

Respirare è vivere, garantire la riabilitazione polmonare ai pazienti con malattie respiratorie permette di favorire una loro maggiore autonomia e di contrastare le complicanze respiratorie che portano al peggioramento delle loro condizioni di salute. Complicanze che sono causa dell’aumento degli accessi al Pronto Soccorso e dei ricoveri ospedalieri, ricoveri che avvengono spesso in reparti non in grado di gestire le complessità di trattamento di questi pazienti che, in alcuni casi, rischiano, oltre all’aggravamento delle condizioni di salute, situazioni di estrema gravità con conseguenze fatali.  

Questi ricoveri causati dalla mancata corretta gestione territoriale e/o al domicilio, potrebbero essere evitati grazie a interventi tempestivamente gestiti nelle pneumologie riabilitative, utili a prevenire le complicanze più gravi, permettendo un recupero più rapido a costi economici, sociali e umani molto inferiori.

Inoltre quanto previsto nei documenti, in termini di soglia di accesso al 15%, per ricoveri riabilitativi pneumologici non conseguenti ad evento acuto (cioè delle persone provenienti dal territorio/domicilio), negherebbe di fatto il diritto e l’equità di accesso alle prestazioni di riabilitazione polmonare alla maggior parte delle persone affette da malattie respiratorie in quanto gestite prevalentemente al domicilio.

Cosa chiediamo al Ministro Grillo

·         di abolire qualunque soglia di accesso in termini di superamento di una soglia numerica in favore del rispetto dell’appropriatezza della prescrizione alla riabilitazione polmonare;

·         che l’accesso alla riabilitazione polmonare venga garantito dall’appropriatezza della prescrizione che deve essere responsabilità degli attori della presa in carico del paziente respiratorio: Medico pneumologo e professionisti sanitari quali i fisioterapisti della riabilitazione, con specifiche competenze in ambito della riabilitazione polmonare;

·         L’inserimento di indici di performance e di risultato riabilitativo.

Inoltre, alla luce della disastrosa situazione data dalla scarsità patologica dei centri di riabilitazione polmonare chiediamo al Ministro:

·         la creazione di una rete nazionale di Centri specialistici di riabilitazione distribuiti nelle regioni italiane;

·         che i Centri specialistici di riabilitazione si avvalgano di personale medico e sanitario specializzato, pneumologi e fisioterapisti respiratori con l’obiettivo di soddisfare le reali, numerose e specifiche necessità di presa in carico e assistenza dei pazienti respiratori;

·         che il diritto alla salute di coloro che necessitano di riabilitazione polmonare sia realmente garantito su tutto il territorio nazionale.

#daivocealtuorespiro:  Federasma e Allergie – Federazione Italiana Pazienti l'Organizzazione di Volontariato alla quale aderiscono le associazioni di pazienti presenti sul territorio italiano e che opera da 25 anni in Italia a tutela delle persone e delle famiglie che convivono con asma, BPCO, OSAS-apnee del sonno, malattie allergiche-atopiche, dermatite atopica e orticaria, patologie che nel loro insieme interessano circa il 25% della popolazione italiana, fa un appello al Ministro della Salute Giulia Grillo perché non venga emanato il decreto sulla riabilitazione nei contenuti ad oggi presenti e che ascolti le istanze dei pazienti che necessitano di riabilitazione polmonare, delle loro famiglie e degli esperti del mondo sanitario, convocando al più presto,  un tavolo di lavoro al quale siano chiamati a partecipare tutti gli attori interessati (Associazioni pazienti, pneumologi e fisioterapisti della riabilitazione polmonare) per confrontarsi sul tema.

Dai voce al tuo respiro!

Per impedire l’approvazione dei documenti sopra citati che non garantirebbero il diritto alla salute di tanti nostri parenti e amici abbiamo bisogno del vostro aiuto! Come?

Firma il nostro appello!

Dobbiamo essere tanti per dare voce al nostro respiro! #daivocealtuorespiro.