FERMIAMO L'ASSURDO ABBATTIMENTO DI PIOPPI SECOLARI PER CREARE SPAZIO. MONTE MARIO ROMA

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Inviamo questa lettera per chiedere il Vostro aiuto per mettere fine all'assurdo disboscamento che sta avvenendo nel Parco naturale di Monte Mario - lato di via Monti della Farnesina.

Da mesi in quest'area si assiste ad un assurdo disboscamento, piante secolari e non sono state e tuttora vengono abbattute su base di certificazioni che le descrivono come malate e pericolose, certificazioni che purtroppo sappiamo essere dubbie.

Quelle piante avrebbero avuto bisogno di una semplice potatura.

Siamo anche a conoscenza che sarà  prossimo l'abbattimento di due piante giapponesi di valore storico culturale, patrimonio della Città  di Roma e d'Italia, i cui semi sono stati donati dal Ministero dell'Agricoltura Giapponese in occasione delle Olimpiadi del 1960 svoltosi a Roma e piantati dal Segretario Generale del CONI del tempo Bruno Zauli e da Agostino Oreste Peruffo che ha gestito le serre e i vivai del CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) dal 1959 al 2004 e che si trova ad assistere impotente a questo disastro.

Le due piante sono di una bellezza infinita, com'è del resto la natura che ci accoglie e che massacriamo in nome del potere e del progresso.

I due semi piantati sono la GINKO BILOBA, originale della Cina orientale, considerata un fossile vivente e ritenuta estinta per secoli e la CINNAMONUM CNPHORA detta anche LAURO CANFORA, sempre di origine dell'Asia Orientale e oggi divenuta un bellissimo albero alto tra i 30 e i 40 metri con rami spettacolari di 17-20 metri.

Purtroppo a pagarne il prezzo oltre agli alberi e all'ambiente sono gli animali che abitano il Parco, istrici, volpi e scoiattoli.

Ci rivolgiamo a VOI perché abbiamo constatato che quest'area di territorio di gestione CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) e da quest'ultimo data in gestione a Società  Ippica Romana La Farnesina,è di Vostra competenza.

Chiediamo un Vostro intervento immediato nella nomina di un esperto neutro per verificare le certificazioni e riuscire a salvare le due piante giapponesi e quel che resta dei pioppi secolari, delle altre piante del parco e dei suoi abitanti.

Chiediamo di intervenire per dare un forte segnale e mettere fine alla logica della prevaricazione ai danni di altri valendosi della propria forza economica e di conoscenze.

Disboscare per costruire, non rispettare l'ambiente e la natura che ci ospita, calpestare la dignità  delle persone e la loro competenza in materia, avere permessi e certificazioni che lo permettono perché comanda la legge del più forte in termini economici non è più ammissibile.

"Io abito in Veneto, ma conosco Roma e la Bellezza inestimabile di quella zona e le persone che vi abitano e che stanno assistendo a questo disastro non sapendo più a chi chiedere aiuto".

GRAZIE



Oggi: Francesca conta su di te

Francesca Torresin ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Alla Città Metropolitana di Roma (che sostituisce la provincia di Roma): FERMIAMO L'ASSURDO ABBATTIMENTO DI PIOPPI SECOLARI PER CREARE SPAZIO. MONTE MARIO ROMA". Unisciti con Francesca ed 139 sostenitori più oggi.