Fermiamo il traffico di organi in Italia a scapito di bambini ignari. Save Renato Bonora

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


 Vogliamo che venga aperta un inchiesta in merito alla sparizione in Italia di circa 5000 bambini all’anno da oltre 10 anni. Vogliamo che venga ascoltato come testimone il Dott. Renato Bonora e Don Giacomo Rovera che è il testimone principale scampato ad un tentato omicidio. Vogliamo che il ministro della giustizia decida di percorre la via della verità per questo caso insostenibile per la nostra Bandiera Italiana. C’è una guerra in atto contro il dott Bonora da quando ha denunciato pubblicamente la collusione fra Vaticano ed il traffico di organi in Italia.

Questo ciò che mi accadeva l’anno scorso:

Mi ritrovo quì, seduto a godermi gli ultimi raggi di sole in un misto di gioia e tristezza. Oggi sono passate 3 persone a chiedermi se questo terreno, dove sto lavorando da un anno, è il terreno all’asta giudiziaria che si terrà il 16 novembre. Dove il dott. Bonora risulterebbe moroso per 40 Mila euro di affitto per una casa di proprietà dell’arcivescovato di Acqui terme. A parte che, hanno messo all asta 1.800 mila euro di varie proprietà per rientrare di un debito di 40 mila euro presunti, ma poi basta!!! Quì in Italia è lecito uccidere i bambini per espiantare gli organi e rivenderli a vip, politici, cantanti e quant’altro? Ma che popolo siamo? Nessuno ne parla al telegiornale, dovrebbe essere in prima pagina da oramai 10 anni. Siamo disgustosi! Prego che le vostre anime prendano coscienza e chiedano giustizia e bevo questa tisana alla vita, alla resistenza passiva, alla biodiversità e all’ intelletto.
#saverenatobonorafromthevaticanfury #Omertà #giustizia #la7 #tg3 #skytg24 #disclosure #umanitycrime


Pec alle istituzioni Italiane scritta dal Dott. Renato Bonora:


....nessun errore visto il caso eclatante di 720 minori spariti mensilmente anche per il commercio degli organi mentre tutti i principali organi dello stato e del tribunale di Savona informato su tutto da anni e che malgrado prove e testimonianze eclatanti non ha mai voluto vedere nulla ed alcuni giudici mi stanno torturando da oltre un anno e mezzo affinche non esca nulla. Ora che la stampa italiana e quella internazionale mi ha contattato ed ha potuto vedere i documenti che provano l'assoluta verità di quello che sto cercando di portare alla luce per fermare la marea di omicidi di bambini mi hanno suggerito di mandare una serie di PEC onde non si possa dire che le varie istituzioni non erano informate e poiche esiste la procedura d'ufficio, ora anche voi sapete.
Fino ad ora sono ancora in vita malgrado quello che mi è stato fatto e mi si sta facendo per intimidirmi e farmi tacere compreso l'attentato al principale testimone che ne è uscito dopo tre mesi di coma senza alcun tipo di indagine malgrado le denuncie.
Importante è che gli organi d'informazione che da oltre un mese stanno verificando documenti e prove mai portate alla luce anche se depositate presso tutti i tribunali competenti compreso quello di Savona.
Se mi eliminate come fatto per don Bruno Pavese Ucciso affinchè non emergesse il riciclaggio di un milione e mezzo di euro fatto dal Vescovo Micchiardi di Acqui Terme.
Ora i media sanno quello che da anni cova a Savona, Genova, Alessandria, Piacenza Bologna e Roma per coprire un crimine contro l'umanità.
Questa pec che prende spunto da un abuso assoluto perpetrato nei miei confronti e serve a diffondere la conoscenza di cosa si sta facendo per continuare a coprire il tutto e sopratutto i ricchi clienti dei trapianti e gli affari di questo ricco mercato che in italia si colcola fatturi un miliardo e mezzo di euro.
Sono ancora fiducioso che il Tribunale di Savona mi permetta la difesa impedita fino ad oggi e che non siano i famigliari delle migliaia di vittime a dover intervenire in mio aiuto,.
come mi è stato promesso,
Io sono per la vita e non voglio altro spargimento di sangue dopo tutto quello gia sparso fino ad oggi.
Spero solo che la visibilità del caso fermi almeno le morti giornaliere dei bambini migranti e senza famiglia a cui vengono prelevati gli organi in cliniche italiane che poi li eliminano.
Andate a leggere il romanzo di una storia vera scritto da Emilia Costantini (quel segno sulla fronte peraltro copia depositata in alcune denuncie anche al Tribunale di Savona) dove nell'anteprima, la giornalista del Corriere della Sera conferma le prove dell'uccisione di bambini con la testimonianza di una persona che ha fatto il trapianto pagando moltissimo proprio in una clinica italiana o su youtube il film di Stefano Reali "il tramite" anche questo impedito e mai proiettato.
Ora sapete cosa nasconde il Tribunale di Savona e delle citta sopra indicate dove ho depositato tutte le documentazioni sempre bloccate od in attesa di giudizio mentre si sono eliminati importanti testimoni con uccisioni ed attentati e si è cercato di farmi tacere in tutti i modi.
renato bonora

Da semplice cittadino, una volta scoperte queste cose, ho deciso di provare a rendere visibili questi atti e queste prove, nella speranza che qualcosa cambi in meglio rispetto agli ultimi 10 anni. informatevi sul canale web currunt.tv nella sezione traffico di organi  (http://www.currunt.tv/category/inchieste/traffico-di-organi ) e sul canale YouTube Renato Bonora. Un testimone del traffico di organi è già stato ucciso, don Bruno Pavese ed un altro, “don Giacomo Rovera” ha subito un tentato omicidio ed è rimasto in coma farmacologico per tre mesi. Il prossimo potrebbe essere Renato Bonora.