1 risposta

SI alla Funivia Trento - Monte Bondone. La tua firma può fare la differenza!

0 hanno firmato. Arriviamo a 5.000.


E' una straordinaria occasione di SVILUPPO ECONOMICO SOSTENIBILE per Trento, la montagna e per tutto il Trentino!

PROGETTO ECO SOSTENIBILE

>Riduzione del traffico e dell’inquinamento
>Eliminazione dei costi del trasporto pubblico su gomma e dismissione dell’attuale     funivia Trento – Sardagna che sarà sostituita dalla nuova
>Facilità e velocità di accesso con mezzi ecologici
>Monte Bondone il nuovo “polmone verde” della città di Trento più accessibile
>la montagna come "parco periurbano" in quota, accessibile per il benessere e salute dei cittadini e turisti di tutte le età.


EFFETTO VOLANO PER L’ECONOMIA

>Maggiore attrattività e competitività per Trento, Monte Bondone ed effetto volano sui dintorni
>Nuove imprese nel turismo/commercio/servizi e artigianato
>Nuove professioni
>Nuovi posti di lavoro
>Nuovi investitori
>Nuove attività sportivo-ricreative in quota (colonie estive, attività didattiche, ritiri e
allenamenti)
>Rivalutazione del patrimonio immobiliare esistente, ristrutturazioni e riattivazione
del mercato immobiliare
>Possibilità per gli eventi della città di essere ampliati e diffusi anche in quota
(mercatini, Festival dello sport...)
>Funivia inserita nella card turistica (biglietto unico ingresso MUSE + funivia +
attività MUSE alle Viote)
>Parking + Funivie con tariffa agevolata.

OPPORTUNITÀ DI SVILUPPO E INNOVAZIONE

>Nuova importante attrazione per la città che è in forte crescita (“il parco in quota”)
>Re-engineering di una macro area turistica finalmente connessa (Trento-Bondone-Valle dei Laghi-Garda-Rovereto)
>Re-design del prodotto turistico grazie alla montagna (natura e sport)
>FERROVIA (alta velocità) - FUNIVIA - BICI 
>Primo vero PROGETTO GREEN in Trentino e riposizionamento di una destinazione turistica da prevalenza invernale a
prevalenza estiva e non solo
>Nuovi spazi, nuove attività e nuove opportunità di benessere e corretto stile di
vita per cittadini e turisti.

CHI SI ASSUMERÀ LA RESPONSABILITÀ DELLA MANCATA REALIZZAZIONE?

>Perdita di opportunità e di competitività della città di Trento in favore di altri territori
>Difficile riconversione della destinazione a causa dei cambiamenti climatici  che metteranno a rischio la stagione invernale
>Traffico e inquinamento
>Costi di trasporto pubblico non ecologico, non adeguato e inquinante
>Riduzione della redditività delle imprese e degli investimenti
>Riduzione della stagionalità turistica 
>Fuga dell’imprenditoria con riduzione delle imprese e dei posti di lavoro
>Crisi e declino della destinazione
>Caduta del valore immobiliare e abbandono.