Dobbiamo far riaprire le fontanelle a Roma. I nasoni sono la nostra unica acqua pubblica

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


La scorsa estate, nel pieno di una crisi idrica che ha colpito la città di Roma sono state chiuse moltissime fontanelle nelle strade della Capitale.

La crisi è passata, l’Acea ha effettuato importanti lavori sulla propria rete idrica che hanno ridotto le perdite e permesso alla città di avere una maggiore disponibilità di acqua ed altri lavori sembra siano in corso per avere altri milioni di litri a disposizione dei cittadini.

E’ giunta pertanto l’ora di riattivare quel servizio pubblico essenziale a tutta quella parte di cittadinanza per la quale l’acqua potabile nelle strade è necessaria per fragilità economica o fisica, ma anche per coloro che passeggiando, facendo jogging, andando in bicicletta ha bisogno di dissetarsi con l’acqua delle fontanelle.

E’ l’unica acqua pubblica di Roma e sembra  incomprensibile che un governo della città espressione 5Stelle, non si sia ancora attivato per ripristinarle, visto che la prima delle stelle di cui si fregia è proprio l’acqua pubblica!

E’ assurdo che a Roma, da secoli la città delle fontane, si sia arrivati a una decisione così drastica, solo di facciata, senza una significativa valenza in termini di risparmio, e che da essa non sia tornati indietro ora che l’emergenza è terminata

 



Oggi: Luigi conta su di te

Luigi Feliziani ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Al sindaco di Roma: dobbiamo far riaprire le fontanelle a Roma. I nasoni sono la nostra unica acqua pubblica". Unisciti con Luigi ed 12 sostenitori più oggi.