PETIZIONE CHIUSA

Difendiamo i pini marittimi di Venezia -Tesséra

Questa petizione aveva 1.591 sostenitori


Salviamo il polmone verde di Tessèra, difendiamo i nostri polmoni! In un Comune già martoriato dalla cementificazione selvaggia e da uno dei tassi di inquinamento da PM10 più elevati d'Europa, c'è chi vorrebbe uccidere anche l'ultimo polmone verde che ci rimane in prossimità dell'aeroporto: i pini marittimi di Tesséra. La distruzione è già iniziata, come da foto scattata oggi 27 febbraio '17. Una doppia follia se si considera che siamo in zona a rischio di dissesto idrogeologico e le pinete, oltre a fornire una boccata di ossigeno permettono di mitigare gli effetti di precipitazioni intense sempre più frequenti, assorbendone l'impatto. Al Sindaco della Città Metropolitana di Venezia chiediamo di fermare questo scempio, anche avvalendosi della sua recente cooptazione nel CdA della SAVE. Al Presidente della Regione Veneto chiediamo coerenza con le promesse di invertire la tendenza al "consumo di suolo" che a furia di colate di cemento sta snaturando il paesaggio di una delle regioni più belle del mondo. Chi sradica quei pini marittimi sradica un pezzo della nostra identità e sacrifica la nostra salute sull'altare dell'ingordigia. Firmiamo per fermarli, prima che sia troppo tardi.



Oggi: Marco conta su di te

Marco Gasparinetti ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Al Sindaco della Città Metropolitana di Venezia: Difendiamo i pini marittimi di Venezia -Tesséra". Unisciti con Marco ed 1.590 sostenitori più oggi.