PETIZONE A SOSTEGNO DELL'INNOCENZA DI ANTONIO INGROIA NELLA VICENDA DI SICILIA E SERVIZI!

0 hanno firmato. Arriviamo a 500.


Antonio Ingroia, ex magistrato della Procura di Palermo che, ha combattuto la mafia a fianco di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Attualmente avvocato, giornalista e politico, è stato indagato dalla Procura di Palermo per peculato in merito alla sua nomina e gestione come Liquidatore prima e  Amministratore Delegato dopo, della Società Sicilia e Servizi della Regione Sicilia. Società, in gravi difficoltà che, con la gestione di Antonio Ingroia, ha ridotto i costi da 55 milioni di euro, a 5,5 milioni di euro annui. Ripulendola da presenze mafiose e  salvandola dalla liquidazione. Salvando anche decine e decine di posti di lavoro. Ovviamente tutto questo, non è andato giù a mafiosi, politici, amministratori e burocrati corrotti che, insieme a mafiomassonici, giornalisti di comodo, testate giornalistiche ad orologeria, servizi segreti deviati ed eventuali magistrati compiacenti!...  Hanno organizzato un autentico servizio di dossieraggio a puntate sul mensile l'Espresso, per far indagare lo scomodo Antonio Ingroia che, tanto fastidio aveva dato ai comitati d'affari di ignoti abbastanza NOTI ORMAI, facendolo perseguitare per distruggerlo professionalmente e moralmente! Di contro, esposti di truffe e ruberie denunciate dallo stesso Ingroia e di un Sindaco della stessa Società Sicilia e Servizi, sempre alla Procura di Palermo, non sono mai stati presi in considerazione!... Ma, da taluni interrogatori di pentiti di mafia e dipendenti della stessa Regione Sicilia, è emersa la verità dalla quale si evince che Antonio Ingroia, è stato vittima di un complotto nei suoi confronti. Cosi come riportato dal IL FATTO QUOTIDIANO a pag 13 di sabato 31 Marzo 2018, con un volgare e falso dossieraggio portato avanti dai suddetti soggetti che, non gli perdonavano di aver interrotto i loro lucrosi affari mafiosi. Anche perché, in tanti, non gli hanno mai perdonato, come re giorgio savoiardo, di aver istruito il processo stato/MAFIA... ora portato avanti a sentenza da Nino Di Matteo. Di fronte a tanto ingiustificato accanimento e falso dossieraggio nei confronti di un UOMO ONESTO E CORAGGIOSO, COME ANTONIO INGROIA CHE, CONTINUA CON IL SUO IMPEGNO GIORNALMENTE A RISCHIO DELLA PROPRIA VITA A COMBATTERE LA MALEFICA MAFIAMASSONICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE. A TAL FINE I SOTTOSCRITTI CITTADINI ITALIANI E NON, CHIEDONO A QUANTI IN INDIRIZZO, DI FARE CON URGENZA PIENA VERITÀ SUI FATTI SUESPOSTI E ANCHE DEL PERCHÉ LA PROCURA DI PALERMO NON HA, COME DOVUTO E COME SI EVINCE DA QUANTO DENUNCIATO DA ANTONIO INGROIA NELL' ARTICOLO, PRESO IN CONSIDERAZIONE I SUOI ESPOSTI QUELLO DI UN SINDACO DELLA SOCIETÀ IN OGGETTO, IN MERITO ALLE TRUFFE A DANNO DI SICILIA E SERVIZI!  INOLTRE, CHIEDONO DI ASSICURARE ALLA GIUSTIZIA, TUTTI I COMPLOTTISTI COINVOLTI NEI SUMMENZIONATI DOSSIERAGGI A DANNO DI UN UOMO ONESTO COME INGROIA CHE, CON OGNI MEZZO, IN OGNI LUOGO, ANCORA OGGI COME IERI, CONTINUA A COMBATTERE STRENUAMENTE QUELLA CRIMINALE, DIABOLICA MULTINAZIONALE MAFIOMASSONICA CHE, TANTO DANNO HA FATTO  E CONTINUA A FARE AL NOSTRO PAESE ITALIA! DIABOLICA CRIMINALITÀ MAFIAMASSONICA CHE HA ASSASSINATO SENZA ALCUNA PIETÀ ANCHE GIOVANNI FALCONE, PAOLO BORSELLINO, I LORO AGENTI DI SCORTA E TUTTI COLORO CHE INTRALCIAVANO E INTRALCIANO I LORO SPORCHI PIANI E INTERESSI! FACCIAMO SI' CHE, ANTONIO INGROIA NON FACCIA LA STESSA FINE DEI SUOI MAESTRI!... PER QUESTO QUANTI IN INDIRIZZO FACCIANO IN MERITO, TUTTO QUANTO DOVUTO PER TUTELARLO E PROTEGGERLO DI COMPETENZA DEI PROPRI UFFICI! "OGNUNO PER QUANTO DI COMPETENZA DEL PROPRIO UFFICIO"!....                                  CERTI DI TANTO. Matera, li' 31 Marzo 2018. Il Coordinatore Domenico Lence

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Oggi: ARCA LUCANA X LA LEGALITA' conta su di te

ARCA LUCANA X LA LEGALITA' DOMENICO LENCE ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Al Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella Roma: PETIZONE A SOSTEGNO DELL'INNOCENZA DI ANTONIO INGROIA NELLA VICENDA DI SICILIA E SERVIZI!". Unisciti con ARCA LUCANA X LA LEGALITA' ed 403 sostenitori più oggi.