PETIZIONE CHIUSA
Diretta a Al Parlamento della Repubblica Italiana

Stefano Rodotà Presidente della Repubblica

Stefano Rodotà è uno dei più importanti costituzionalisti italiani. Nell'attuale situazione di "confusione" politica, può essere allo stesso tempo garanzia di indipendenza e vigilanza nel momento in cui gli saranno sottoposte le non più rinviabili riforme istituzionali, economiche e sociali indispensabili per la salvaguardia ed il rilancio del nostro Paese. La storia di Stefano Rodotà è un esempio alto da additare positivamente alle nuove generazioni. Due esempi recenti: l'esemplare svolgimento del ruolo di primo Presidente dell'Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali (Autorità per la Privacy) e la proposta di Legge Costituzionale per l'introduzione del cosiddetto art.21bis (l'articolo in questione è il seguente: "Tutti hanno eguale diritto di accedere alla Rete Internet, in condizione di parità, con modalità tecnologicamente adeguate e che rimuovano ogni ostacolo di ordine economico e sociale". Una legge simile è stata approvata in Finlandia il 1º luglio 2010. In Finlandia oggi la banda larga è un diritto.), purtroppo mai approvata dal nostro Parlamento. Una figura alta per il rinnovamento delle istituzioni nel rispetto dei prinicipi fondamentali della Costituzione.

Questa petizione è stata notificata a:
  • Al Parlamento della Repubblica Italiana


    lelio vinci ha lanciato questa petizione con solo una firma e ora ci sono 1.395 sostenitori. Lancia la tua petizione per creare il cambiamento che ti sta a cuore.




    Oggi: lelio conta su di te

    lelio vinci ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Al Parlamento della Repubblica Italiana: Stefano Rodotà Presidente della Repubblica". Unisciti con lelio ed 1.394 sostenitori più oggi.