Consenso informato a sedici anni. Ecco perché!

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Care amiche, cari amici, oggi come non mai si sta avvertendo sempre più l'esigenza di portare a sedici anni l'età per fornire il consenso informato per i trattamenti sanitari, in virtù di due importanti ragioni. La prima è che se consideriamo che un quattordicenne possa, anzi, può essere condannato se diventa autore di un reato, a maggior ragione si dovrebbe riconoscere in quella persona una maggior capacità di comprendere quando ha compiuto sedici anni, mentre la seconda ragione è che molti di noi, sempre più, sentiamo parlare di scarsità di sangue da donare (considerate che il sangue autotrasfuso, quindi usato per gli interventi sulla stessa persona, viene letteralmente buttato se questa non viene operata! accade soltanto in (i)talia!), scarsità di midollo, etc. Ora, alla luce di queste due ragioni, quindi la responsabilizzazione dei più giovani e una maggior richiesta di sangue, credo e in tanti credono che sia ora di portare a sedici anni l'età per fornire in totale autonomia il consenso per le prestazioni sanitarie, tra cui donare il sangue. Credo che costituirebbe un gesto di civiltà ma per raggiungere tale obiettivo vi dico fin da subito che occorrono alcune milioni di firme! auspico nella vostra sensibilità e nel vostro senso civico! grazie



Oggi: Andrea conta su di te

Andrea Giancola ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Al ministro della salute : Consenso informato a sedici anni. Ecco perché!". Unisciti con Andrea ed 97 sostenitori più oggi.