#aiutacuochi - Petizione per far riconoscere la nostra professione come lavoro usurante.

0 have signed. Let’s get to 1,000!


Il mio nome è Ivan, sono un cuoco.

13 anni fa è iniziata la mia prima vera esperienza tra i fornelli. Locale vista mare, sabato sera, piena stagione. Era tutto un bellissimo caos, poi col tempo ho capito cosa, come, quando, dove e perché. 

Io, come tanti altri, ho scelto questo mestiere, o forse il mestiere ha scelto noi, quella categoria di persone che non demorde, che non si tira indietro quando ci sono 300 ospiti affamati, la cappa non funziona e in cucina fanno 60 gradi, che sta in piedi 13 ore al giorno per preparare quei piatti che tanto amate fotografare (e ogni tanto mangiare), siamo quelli che non stanno davanti alle telecamere, quelli che sudano anche senza i riflettori puntati addosso. Siamo persone che lavorano con passione a ritmi vertiginosi e a volte per quattro spicci se non addirittura gratis, giusto per aggiungere una riga al curriculum vitae.

La ristorazione non è solo ciò che vi fanno vedere in TV.

La nostra è una professione pericolosa, temperature elevate, lame affilate, olio bollente, prodotti chimici ad alta concentrazione (ergo fumi tossici), turni infiniti...

Ultimamente la professione del cuoco è stata spettacolarizzata grazie ai vari programmi e reality, ciò ha dato vita a un boom di Wannabe Chef. Molti di loro gettano la spugna dopo un mese, credendo che potevano diventare grandi chef con un corso di 40 ore e un bel set di coltelli. Eppure no, ci vuole tempo, dedizione e tenacia.

Chiamiamola pure selezione naturale!

La verità è che la pericolosità di questo mestiere è sottovalutata. Molti lavoratori della ristorazione hanno diversi problemi e patologie dovute proprio a questa tipologia di lavoro, che spesso richiedono interventi chirurgici, ricoveri ospedalieri, fisioterapia o riabilitazione. Scottature e tagli non sono che la punta dell'iceberg: Stress, stanchezza, depressione, disturbi muscolo-scheletrici, mal di schiena, disturbi cardiovascolari, ernie, dolori articolari, sindrome del tunnel carpale (al quale ho subito un intervento chirurgico quando avevo 22 anni per via di questo mestiere, per l'appunto), ulcere, infarti, suicidi, giusto per citare alcuni.

Questo è ovviamente un lavoro usurante a tutti gli effetti, tranne che per l'INPS, l'ente nazionale che avrebbe il potere di definirlo e regolarlo come tale. L'INPS non ha una categoria definita per noi, ci inquadrano come operai. Questa petizione è una richiesta di aiuto per finalmente venire ascoltati e tutelati. È necessario che la ristorazione venga ufficialmente definita lavoro usurante e di conseguenza lo Stato inizi a prendersi cura di noi lavoratori.

Firma anche tu, aiutaci a cambiare le cose, #aiutacuochi



Today: Ivan Gabriel is counting on you

Ivan Gabriel Hladkowicz needs your help with “#aiutacuochi - Petizione per far riconoscere la nostra professione come lavoro usurante.”. Join Ivan Gabriel and 938 supporters today.