Migliori condizioni di lavoro per apprendisti elettricisti!

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Il Sindacato Unia ha sottoposto a più di 100 apprendisti elettricisti un questionario per verificare le proprie condizioni di lavoro: è emerso che il 39% non si vede riconosciuto adeguatamente il tempo di trasferta, al 62% non viene pagata l’indennità di pranzo e che il 90% ritiene il salario insufficiente.
Continua ad essere preoccupante il tasso di bocciatura agli esami finali, superiore al 30%. Oltre a ciò i colleghi che intraprendono il percorso formativo con la maturità integrata sono costretti  ad assurde sovrapposizioni tra la formazione  di base e le lezioni di maturità, perdendo dei giorni di formazione e trovandosi in difficoltà nel seguire adeguatamente il programma scolastico.

Il comitato di apprendisti elettricisti del Sindacato Unia lancia quindi una petizione indirizzata all’associazione di categoria AIET e alla Divisione della formazione professionale del DECS con le seguenti rivendicazioni:

1. il riconoscimento del tempo di trasferta dal magazzino al cantiere;
2. il riconoscimento delle indennità per pasto di mezzogiorno;
3. un aumento dei salari minimi tutti gli apprendisti in formazione ;
4. intraprendere misure atte a diminuire il grado di bocciatura;
5. risolvere il problema relativo alle ore lezione per chi fa la maturità integrata