Victory

perchè abbiamo visto quanto i cani siano importanti per la vita dell'uomo, perchè oramai una famiglia su tre possiede un cane, perchè un cane dà tanto amore e non chiede nulla, perchè un cane fa parte del nucleo famigliare, perchè un bakmbino cresce meglio se in famiglia c'è un cane, perchè un cane può aiutare un disabile, perche un cane....è meglio di un essere umano! non è giusto che ai cani sia ancora oggi vietato l'ingresso nella maggior parte dei luoghi pubblici, come parchi e giardini. Una mamma con un bimbo e un cane dove porta a giocare il bombo? deve legare il cane al cancello del parco??
allego parte del testo della circolare del Ministro Brambilla ove si invitano i Comuni ad aderire con qpposite ordinanze:Ai cani accompagnati dal proprietario o da altro detentore è consentito l’accesso a tutti i luoghi pubblici o aperti al pubblico, compresi gli uffici pubblici, i giardini e i parchi. È fatto obbligo di utilizzare il guinzaglio e, ove sia necessario, anche l’apposita museruola. Qualunque deiezione degli animali stessi deve immediatamente essere rimossa a cura del proprietario/detentore, che dovrà essere munito di paletta/raccoglitore e riposta negli appositi contenitori. È fatto divieto di utilizzare collari elettrici nonché di utilizzare fuochi d’artificio o petardi in luoghi pubblici, con esclusione delle giornate di festa stabilite dal calendario".

- “E' consentito l’accesso degli animali su tutti i mezzi di trasporto pubblico operanti nel territorio comunale. Il proprietario, o detentore a qualsiasi titolo, che conduce animali sui mezzi di trasporto pubblico dovrà aver cura che gli stessi non sporchino o creino disturbo o danno alcuno agli altri passeggeri o alla vettura.”

- ”L’accesso di coloro che, a qualsiasi titolo, conducono gli animali è libero, fatto salvo l’utilizzo del guinzaglio e della museruola in relazione alle caratteristiche dell’animale. Il titolare di un esercizio può presentare all’ufficio competente motivata istanza di autorizzazione per limitare l’accesso degli animali, sulla base di concrete esigenze di tutela igienico sanitaria sussistenti nel caso di specie; in caso di accoglimento dell’istanza l’esercente deve apporre specifico avviso. È fatto comunque divieto agli esercizi commerciali di esporre in vetrina animali. Fermo il divieto di accesso di animali nei luoghi sensibili (ospedali, asili e scuole), ne è consentito l’accesso nelle case di riposo in caso di ricovero del proprietario o detentore".

Letter to
ai tutti i sindaci dei Comuni italiani privi ancora di ordinanza in materia
dare riscontro all' invito della circolare emanata dal Ministro Brambilla