PETIZIONE CHIUSA

Scoraggiamo l'utilizzo abusivo dei parcheggi riservati ai portatori di handicap

Questa petizione aveva 5.392 sostenitori


E' frequente notare, nei parcheggi di Supermercati e Centri commerciali, che le piazzole riservate ai portatori di handicap sono occupate anche da auto prive del previsto contrassegno ed utilizzate da persone che, fortuna loro, non mostrano alcun segno di handicap.

Il personale sembra spesso non trovare il tempo per far rispettare la regola, o comunque essere esitante a richiedere l'intervento delle Forze di Polizia, forse per il timore di causare il risentimento (peraltro ingiustificato) di quelli che sono, comunque, clienti.

In occasione di un recente viaggio in Francia ho avuto modo di notare, in corrispondenza dei parcheggi riservati ai portatori di handicap, un cartello che recita "Si vous volez mon handicap je vous laisse ma place"; questo con apparente efficacia, in quanto i parcheggi sono per la maggior parte liberi.
Tradotta in italiano la frase suona "Se ti prendi il mio handicap ti lascio il mio posto".
Credo che, con un ridotto investimento, ed un pizzico di ironia, si potrebbe efficacemente indurre ad un comportamento più civile e rispettoso dei diritti altrui.
Vi propongo quindi di sottoscrivere questa richiesta:

I sottoscrittori della presente chiedono ai Direttori di Centri commerciali, Supermercati e simili esercizi dotati di aree di parcheggio di apporre in corrispondenza delle piazzole riservate ai portatori di handicap, congiuntamente alla segnaletica regolamentare, un cartello con la dicitura: "Se ti prendi il mio handicap ti lascio il mio posto". Questo al fine di scoraggiare l'utilizzo abusivo di tali piazzole da parte di non aventi diritto.



Oggi: Vincenzo conta su di te

Vincenzo Arrichiello ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Ai Direttori di Centri commerciali, Supermercati e simili esercizi dotati di aree di parcheggio: Scoraggiamo l'utilizzo abusivo dei parcheggi riservati ai portatori di handicap". Unisciti con Vincenzo ed 5.391 sostenitori più oggi.