Training obbligatori per giornalisti su come scrivere articoli sullo stupro e le violenze

0 have signed. Let’s get to 200!


Ancora oggi, nel 2017, la maggior parte dei giornalisti non è in grado di scrivere articoli su argomenti delicati quali stupro e violenze senza colpevolizzare la vittima e giustificare il carnefice, specialmente quando la prima è donna e il secondo uomo.

Un esempio è il recente articolo de Il Resto del Carlino che con una breve frase è riuscito a far passare la ragazza come una facile e l'aguzzino come un povero uomo confuso.

Queste le parole:
"Qualche chiacchiera, qualche risata, il fraintendimento di un comportamento disinvolto e la violenza fisica."

Articoli di questo genere possono essere deleteri per le vittime, che già si trovano a fronteggiare shock, vergogna e sensi di colpa grazie alla società del "se l'è cercata".

Non è davvero possibile leggere scempi del genere e chiediamo che i giornalisti vengano obbligatoriamente formati da figure professionali (psicologi, ecc.) su come trattare in modo appropriato argomenti di questo tipo.



Today: Alice is counting on you

Alice R. needs your help with “Ai direttori delle testate giornalistiche nazionali: Training obbligatori per giornalisti su come scrivere articoli sullo stupro e le violenze”. Join Alice and 115 supporters today.