Incentivate l'acquisto delle auto elettriche!

0 hanno firmato. Arriviamo a 200.


Ai Capi di Stato e alle Industrie automobilistiche Dovete incentivare la mobilità sostenibile! Rinunciate a tasse e profitti sulla vendita delle auto elettriche ed ibride/elettriche! Se v'impegnerete a fare accordi in questo senso, noi cittadini saremo invogliati e potremo realmente acquistare veicoli elettrici non inquinanti. Occorre uno sforzo da parte vostra, perché attualmente i costi di queste auto sono troppo elevati per la maggior parte di noi. Voi, Capi di Stato e di Governo, fate il primo passo: comunicate alle industrie automobilistiche che già producono veicoli elettrici la vostra disponibilità ad azzerare l'IVA ed ogni altra tassa se loro rinunceranno ai loro guadagni vendendo le auto a prezzo di costo. (Ad esempio, con uno sconto del 40% sui prezzi di listino in vigore il 30 novembre 2015, data d'inizio del Cop 21 a Parigi) Se le Case automobilistiche risponderanno positivamente - ed in ogni caso conviene loro farlo -, allora Voi potrete legiferare in merito, prevedendo, ad esempio, un periodo di un anno di validità dell'accordo, eventualmente reiterabile. Lo sconto da parte delle industrie automobilistiche sommato all'assenza di ogni tassazione renderà le auto elettriche assolutamente concorrenziali e darà anche una grande spinta al mercato dell'auto. Dovreste fare accordi anche con le Compagnie assicurative: zero tasse per 10 anni sulle polizze auto, se gli importi annui di queste ultime non superano, ad esempio, i 40€. (Naturalmente solo per le auto elettriche o ibride/elettriche acquistate dopo una data prefissata) Eventualmente, potreste valutare di conservare un minimo di tassazione sulle ibride, che inquinano di più delle auto elettriche al 100%. Particolare attenzione dovrete porre a far entrare nell'accordo le piccole aziende produttrici di veicoli elettrici. Anche in Italia ve ne sono. Molto importante sarà, inoltre, evitare ogni tassazione sugli impianti di rifornimento di energia elettrica che dovranno essere installati in ogni città ed in gran numero. Ridurre le imposte anche sui biocarburanti di seconda generazione, poi, sarebbe auspicabile. Dimostrate a noi cittadini di volere VERAMENTE ridurre le emissioni di anidride carbonica nell'atmosfera per evitare un ulteriore surriscaldamento globale! Voi, Amministratori Delegati delle Case automobilistiche, considerate la portata eccezionale che avrebbe un accordo di questo tipo per la futura produzione di veicoli non alimentati con fonti fossili! Gli sconti eccezionali praticati in un primo momento sicuramente saranno ampiamente ripagati negli anni seguenti dall'aumento esponenziale delle vendite in questo settore! In ogni caso, non ci perdereste ed avreste contribuito in modo sostanziale a migliorare la qualità dell'aria che respiriamo, oltre che scongiurare il ripetersi di eventi climatici estremi, come alluvioni, siccità, inondazioni, tifoni, innalzamento dei livelli dei mari, ecc. Dobbiamo tutti AVERE CURA della NOSTRA CASA Comune, il Pianeta Terra! (Come recentemente ha scritto anche Papa Francesco nella sua ultima enciclica, "Laudato si'", rivolta a tutte le persone di buona volontà del mondo, non solo ai cattolici.) Sanremo (Italy), 6 dicembre 2015. Stefania Asplanato


Oggi: Stefania conta su di te

Stefania Asplanato ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Ai Capi di Stato e alle Industrie automobilistiche: Incentivate l'acquisto delle auto elettriche!". Unisciti con Stefania ed 135 sostenitori più oggi.