Sapevate che i docenti di lingua italiana all' estero vengono retribuiti dall' Italia?

0 hanno firmato. Arriviamo a 100.


Ogni anno il Miur emana il bando di selezione per assistente di lingua italiana o come docente di lingua italiana all'estero che andranno ad occupare posti in scuole ed istituti. I docenti che vengono mandati dall'Italia hanno uno stipendio superiore, il triplo, rispetto ad un docente che insegna in Italia, il tutto con soldi pubblici che potrebbero essere investiti in sanità , sicurezza ed istruzione. A questo si aggiunge il fatto che lo Stato italiano invia dei finanziamenti verso Istituti Esteri gestiti da italiani per lo svolgimento dei Corsi. Molti italiani non sono informati su questo. Parliamo di stipendio dei docenti: "Il primo viene è erogato dal ministero della Pubblica Istruzione ed è lo stipendio comune a tutti gli insegnati che in gergo tecnico assume la dicitura di stipendio “metropolitano”. Viene versato regolarmente come se il titolare della posizione fosse a Roma mentre è a Parigi, New York o Londra. Il secondo stipendio viene pagato invece dal ministero degli Esteri (MAE) sotto forma di indennità di sede. Mediamente si aggira attorno ai 4.750 euro ma può salire per effetto delle maggiorazioni legate alla presenza di un coniuge con un 20 per cento in più e del 5 per cento per ogni figlio. Alla fine del mese quindi l’insegnate che in Italia non arriverebbe a prendere 1.400 euro può arrivare all’astronomica cifra di 6mila euro, soprattutto se si opta per una delle sedi definite “disagiate”, non perché decadenti ma perché lontane o in contesti resi complessi da fattori geopolitici o economici (sono 132 e vanno dall’Afghanistan allo Zimbawe). (Fonte il Fatto Quotidiano  articolo 11 Dicembre 2011).

I docenti vincitori di concorso hanno diritto pure alla ditta traslochi pagati a spese dello Stato, oltre a ricevere altri privilegi. Mi chiedo perchè non investire questi soldi stabilizzando i docenti?, aumentando gli stipendi degli stessi?, comprare materiale didattico nelle scuole?, o ancora investire nella sicurezza o nella sanità?.

"Le scuole italiane nel mondo sono 182 di cui 22 statali, 133 paritarie e 27 non paritarie. Ma le rete conta anche 111 scuole europee, internazionali e stranieri con sezioni italiane. Poi ci sono 261 lettorati universitari. In tutto 554 istituzioni scolastiche italiane all’estero. Una rete enorme a fronte di 30.787 alunni di cui 8 su 10 ormai stranieri. Con alcuni salti nella logica di distribuzione della spesa. In Asia e Oceania, ad esempio, nell’anno scolastico 2009/2010 si sono contati 97 alunni italiani e 22 stranieri. In tutto 119 alunni d’italiano. Per offrire loro i corsi di lingua e cultura nazionale dall’altra parte del mondo vengono spesi 1,6 milioni di euro, cioè più di mille euro al mese per ciascuno studente".(Fonte Il Fatto Quotidiano 11 Dicembre 2011).

Sulla base delle considerazioni sopra esposte, gli Stati che voglio i corsi di lingue (come per i nostri licei Linguistici o corsi di Lingue) reclutano e paghino i docenti con i loro soldi. Facciamoci sentire!

Eliminare questi Bandi come anche questi tipi di reclutamento sarà una chimera, per questo vi chiedo il vostro aiuto.

Dottoressa Rosa Valenti Giurista 



Oggi: Rosa conta su di te

Rosa Valenti ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "Abolizione Docenti di Lingua italiana all'Estero". Unisciti con Rosa ed 16 sostenitori più oggi.