Il nostro polmone verde sta bruciando

0 hanno firmato. Arriviamo a 1.000.


A tutti coloro che stanno leggendo questa petizione. Ciao. Sono Zoe, una ragazza di 16 anni. Sono giorni che leggo dell'incendio della foresta amazzonica, giorni che vedo immagini del nostro polmone verde bruciare e diventare cenere. 

Oltre a 5 milioni di ettari di foreste sono andate in fiamme in Siberia nel mese di agosto, causando una nube di fumo di oltre 5 milioni di km quadrati che ha avvolto gran parte del Paese.

All'inizio di questa esatta settimana c'è stato un incendio alle isole Canarie che ha costretto alla fuga circa 8000 persone. Inoltre qualche giorno prima ci sono stati mostrati dai social media, vasti incendi in Alaska. 

Ma tra tutti gli incendi preoccupanti, in particolare uno dovrebbe cogliere la nostra attenzione, portarci a riflettere, svegliarci dal torpore: la nostra foresta amazzonica che sta bruciando già da più di 16 giorni..

Essa è la foresta tropicale più grande del mondo che produce il 20% dell'ossigeno che giornalmente anche tu respiri, che custodisce il luogo con la più alta biodiversità della terra. E  che è inoltre la più grande riserva idrica di acqua dolce del mondo. 

La causa di questi incendi, però, non è naturale. Sono infatti, secondo alcune ricerche, gli agricoltori che utilizzerebbero il metodo taglia e brucia. 

Facciamo qualcosa! Mi appello a tutti i politici, alle associazioni, a chiunque abbia il potere di poter agire realmente su questo problema.  Come si può restare indifferenti a tutto ciò, soprattutto in un momento storico del genere, dove l'uomo dovrebbe, anzi deve stare attento alle sue azioni, perché non si può permettere certi errori. Non più. 

Salviamo il nostro polmone verde, salviamoci. Perché se non salvaguardiamo la terra, ci estingueremo da soli.