Vittoria confermata

Bimbo italiano malato e bloccato con la sua famiglia in Moldavia senza accesso alle cure

Questa petizione ha creato un cambiamento con 22.504 sostenitori!


STEFANO GASPARRI RACCONTA COME È FINITO BLOCCATO IN MOLDAVIA con i suoi bambini, di cui uno, Mădălin, bisognoso di cure.

Mi chiamo GASPARRI STEFANO con Residenza in Fiesse (BS) cittadino Italiano da 4 anni bloccato in Moldavia. Sono bloccato qui a causa di una accusa di traffico di persone per aver ospitato la cugina di mia moglie Diana la quale allora aveva 17 anni e 6 mesi.

Il 25 dicembre 2013 parto dall'Italia per venire ad assistere alla nascita di mio figlio Mădălin prevista per la metà di febbraio 2014 e mi reco in Chisinau, capitale della Moldavia, dove mi aspettava la mia compagna con il pancione in compagnia di sua cugina che la assisteva, visto i suoi continui malori. A nostra insaputa però, la cugina di mia moglie per arrotondare le Sue entrate si prostituiva! Quando arrivai in Moldova fu presa dalla polizia con un cliente e portata al domicilio dove abitava, cioè da noi. Io non ero là, mi trovavo in visita dalla sorella di Diana, ma la polizia apri un dossier che mi accusava me e Diana di favorire la prostituzione! Accusa falsa! Fui arrestato, massacrato di botte, di seguito rilasciato per mancanza di prove. Da allora sono passati 4 anni e siamo sempre allo stesso stato di avanzamento, mai data una sentenza e trattengono il mio passaporto e ci lasciano vivere in povertà!

Abbiamo due figli, di 2 e 4 anni, Mădălin è malato e non possiamo curarlo, non possiamo nemmeno aver un lavoro con questa accusa sulle nostre spalle. Autorità italiane, Farnesina, Ambasciata nessuno muove un dito!

Chiediamo giustizia! Siamo italiani!

--

Messaggio da Claudia, la promotrice della petizione: 
Per eventuali informazioni a conferma di quanto sopra scritto è possibile prendere contatto con me tramite messenger. Sono in contatto con un ente locale che li segue direttamente sul luogo, ma con scarsissime risorse dato che gli indigenti sono molto numerosi.
Confermiamo che la cosa più preoccupante sono le precarie condizioni di salute dei bambini a causa della mal nutrizione ed il freddo, oltre alla patologia contratta da Madalin.
Nel frattempo chiediamo la cortesia nel sostentamento della famiglia, con viveri, medicinali, vestiario e quant’altro possa essere utile per vivere dignitosamente.
Ringraziamo già fin d’ora tutti coloro che vorranno sottoscrivere questo appello e riportarlo alle Autorità Italiane preposte alla tutela dei diritti degli italiani all’estero a prendere in seria considerazione questa grave situazione.



Oggi: Khla conta su di te

Khla Krok ha bisogno del tuo aiuto con la petizione "4 anni malato e bloccato con la sua famiglia in Moldavia senza accesso alle cure.". Unisciti con Khla ed 22.503 sostenitori più oggi.